Scrivere bene con le penne Pilot

Nel momento in cui alle elementari la maestra promuove gli alunni al passaggio dallo scrivere a matita allo scrivere a penna, le penne Pilot sono lì, con la loro versione scrivi e cancella che da bambini ci faceva sentire già grandi, pronti a decollare, ma con un bel paracadute a forma di gomma.
Tutto questo in attesa del grande salto, le penne indelebili, quelle con cui non potevi sbagliare, di vari colori a seconda delle parti del testo, come il titolo rosso ed il testo blu, oppure il verde da usare con il quaderno di matematica.
È dai banchi delle medie in poi che si apre un mondo. La penna blu e la penna rossa passano dalla parte del cattivo, il prof, che segnala con ogni colore gli errori gravi e meno gravi, mentre dall’altra parte della barricata la penna Pilot nera sa quasi di trasgressione.
La scorrevolezza delle biro fa passare tre anni così velocemente da non rendersi conto di essere già passati alle superiori, dove a seconda delle scelte fatte prima degli esami di terza media, nell’astuccio la raccolta di penne diventa sempre più ampia.
Le penne Pilot ad inchiostro liquido affiancano gli appassionati di disegno tecnico e quelli che non sopportano quando la sfera della biro, a volte, ti abbandona.
Le Pilot colorate invece decorano i diari delle adolescenti, scritti in ogni ordine di spazio, pieni di parole e mai di compiti da svolgere a casa.

L’adolescenza finisce ma nonostante il veloce avanzare della tecnologia, non si smette di scrivere, al lavoro o all’università ognuno ha le proprie esigenze.
Per chi ama scrivere velocemente, siano appunti a lezione o promemoria in agenda, niente di meglio delle penne Pilot Super Grip, a scatto, con la loro scrittura fluente grazie alla punta sottile.
Le storiche Pilot Hi Techpoint nella versione V5 e V7 (la differenza risiede nel diametro della punta) con la loro ampia varietà di colori rispondono alle richieste di studenti di discipline tecniche e lavoratori nello stesso settore, architetti ed insegnanti, visto il loro impiego versatile, comodo, e l’assoluta garanzia di funzionamento costante dalla prima all’ultima goccia di inchiostro.
Per chi invece ama la morbidezza di un inchiostro fluido ma la struttura di una roller, niente di meglio della penna Pilot G2 07; inchiostro gel fluidissimo, punta sottile ma non troppo, impugnatura antiscivolo, il tutto con struttura a scatto.

Questa rapida carrellata espone le principali caratteristiche dei modelli di penne Pilot di maggiore utilizzo, ma la gamma di penne che l’azienda propone è molto vasta.
Comprende, come detto in precedenza, penne cancellabili dedicate all’infazia, penne stilografiche dal design ricercato (come la raffinatissima Pilot Custom Heritage 92), penne roller dalla punta sottilissima e roller dal tratto pesante.
Tutte le penne Pilot sono di facile reperibilità sia nei negozi specializzati quali cartolibrerie, edicole, centri commerciali, siti dedicati alla cancelleria, sia in formati per ufficio con confezioni multiple, il tutto mantenendo sempre un ottimo rapporto tra la qualità ed il prezzo.