L’obbligo per i bookmakers di pubblicizzare le probabilità di vincita

A pochi mesi dall’entrata in vigore del Decreto Balduzzi, i bookmakers si adeguano alle disposizioni ivi contenute salvaguardando la qualità delle proprie offerte commerciali.

Decreto BalduzziL’art. 7, comma 4 bis, del decreto legge n. 158 del 13 settembre 2012 (il c.d. Decreto Balduzzi), inserito dalla legge di conversione n. 189 dell’8 novembre 2012, stabilisce che la pubblicizzazione di qualsiasi gioco che consenta una vincita in denaro debba indicare, senza ambiguità alcuna, anche la percentuale di probabilità che il soggetto ha di vincere, aggiungendo, qualora ciò non fosse possibile, l’obbligo di riportare  almeno la percentuale storica di giochi analoghi. Quindi, precisa che a ogni eventuale violazione corrisponda l’obbligo a carico del soggetto proponente di ripetere la medesima pubblicizzazione utilizzando lo stesso complesso di modalità, mezzi e annunci impiegati nella campagna pubblicitaria originaria. E che la nuova campagna pubblicitaria debba presentare i requisiti dal medesimo articolo previsti nonché sottolineare la circostanza che essa è ripetuta a causa della violazione della normativa di riferimento.

Accedendo al sito AAMS.it è possibile controllare le note informative sulle probabilità di vincita relative a ciascuna tipologia di gioco ammessa dall’ordinamento giuridico italiano. Ad esempio, la voce “gioco a distanza” contiene una serie di informazioni utili sui giochi cosiddetti di abilità, di carte e di sorte. Naturalmente le società che hanno ottenuto una concessione dall’AAMS si sono subito adeguate alle nuove disposizioni. Tra di esse vi sono Betpoint e Betflag. Il loro recente ingresso nel mondo delle scommesse ha spinto queste ultime a puntare, l’una soprattutto sulla varietà dell’offerta commerciale, l’altra soprattutto sulla consistenza dei bonus di benvenuto. Una notevole attenzione è, inoltre, dedicata alla tutela dei giocatori poiché il rischio, particolarmente elevato tra coloro che, per una ragione o per un’altra, potremmo definire “soggetti deboli”, è quello di contrarre una vera e propria dipendenza dal gioco. Ciò che non è davvero l’obiettivo perseguito dalle società in questione.

Allo scopo di avvicinare i lettori a una conoscenza un poco più approfondita dell’offerta commerciale della prima delle sunnominate concessionarie AAMS, li invitiamo a leggere la recensione su Betpoint.it, uno degli operatori più gettonati del mercato italiano, e in particolare del comparto online. Molto apprezzato dagli scommettitori del Belpaese è anche il marchio Betflag, di proprietà dei fratelli Tarricone, e di cui giova ricordare, seppure sommariamente, il funzionamento della promozione di apertura. Il bonus offerto dal sito italiano Betflag consente all’utente che si registra sul sito internet di beneficiare di una maggiorazione del 50% della somma depositata a titolo di primo versamento. Davvero niente male. Ma le sorprese non finiscono certamente qui. Il consiglio che vi rivolgiamo è, però, quello di scoprirle autonomamente. Bastano pochi, semplici, clic.