Il Torino tenta l’allungo in Serie B

Dopo qualche anno di attesa, il colore granata (quello glorioso del Toro) potrebbe tornare a splendere sui campi della Serie A. Dieci turni dopo l’inizio del campionato cadetto, il Toro di Giampiero Ventura sta conducendo il gruppo e imponendo un ritmo di ferro. Complice la caduta del Padova in casa del Varese, i granata hanno rinsaldato il loro primo posto in classifica generale, e hanno aumentato a 6 punti il vantaggio sulle altre dirette concorrenti (Padova, e Sassuolo).

La città di Torino e il tifo granata aspettano a gloria il ritorno in A della loro squadra. E questo potrebbe essere davvero l’anno buono. Il successo centrato a Genova, sul campo della Samp allenata da Atzori, parrebbe aver innescato, nei calciatori a disposizione di Ventura, una scintilla di fiducia e un moto sicurezza nei loro mezzi.

Quello che ha impressionato di più fino a questo momento è in ogni caso il rendimento lontano da casa della squadra di Ventura, che è stata capace di centrare cinque vittorie su 5, con dieci reti all’attivo e solo 4 al passivo. La diretta Serie B del prossimo turno (in programma questo week-end) propone il Torino ancora in trasferta, sul campo del Gubbio, nel posticipo del lunedì.

L’incontro tra Torino e Gubbio, che sarà tutto da seguire questo lunedì sera in diretta calcio, sarà anche l’occasione di un incrocio tra due storie, e due grandi signori della panchina. Sulla panchina del Gubbio, infatti, si è insediato in queste ore Gigi Simoni, vecchia conoscenza del calcio italiano, convinto dalla dirigenza a vestire di nuovo i panni dell’allenatore, dopo che il ben più giovane Fabio Pecchia era stato esonerato. Con i suoi 72 anni, Simoni rappresenta un caso in controtendenza rispetto all’ondata giovanilistica che impera soprattutto per quanto concerne le panchine di calcio. Quando i risultati non arrivano, però, si è sempre in tempo a ripiegare sull’usato sicuro