Come farsi risarcire dai pirati della strada

pirati stradaRecenti notizie agghiaccianti comparse nei telegiornali, riportano le vicende di persone che sono state investite o speronate da conducenti spericolati che non si sono poi fermati a prestare soccorso ne tantomeno fatti identificare. Lasciando agli organi competenti l’onere di rintracciarli e punirli, vediamo come fare per ottenere quantomeno un risarcimento danno biologico, ossia una somma di denaro che serva ad indennizzarci se abbiamo subito un danno fisico o psichico che ha leso l’integrità fisica della nostra persona, diritto tutelato e garantito dalla nostra Costituzione.
Pochi lo sanno, ma vi è un ente che garantisce una copertura e un indennizzo a coloro che subiscono un sinistro per colpa di un veicolo ignoto, perchè il conducente è fuggito o perchè ha provocato indirettamente l’incidente versando sulla strada liquidi, carburante o parti meccaniche, rubato, privo di copertura RCA e proveniente dall’estero. Si tratta del fondo di garanzia vittime della strada. Esso provvede a liquidare la componente biologica, quindi morale e fisica, del danno nella sua interezza, mentre per la parte materiale pone una franchigia di 500 euro, onde evitare ci si rivolga per danni di minima entità che comporterebbero solo elevati iter burocratici e quindi costi.
Dato che le circostanze per la liquidazione del danno biologico e la sua entità in termini monetari sembrano piuttosto soggettivi, è opportuno rivolgersi ad un’agenzia di infortunistica stradale, come la Zetainfortunistica, per fare richiesta risarcimento danni. I legali e i periti di queste agenzie provvederanno ad occuparsi della pratica per vostro conto, garantendovi risultati soddisfacenti.