Combattere la falsificazione di banconote attraverso un controllo continuo

La falsificazione delle banconote è un caso ormai molto noto in Italia, soprattutto per il taglio da 20 euro, il più utilizzato ma, anche, il più contraffatto della scala delle banconote in euro.
I commercianti al dettaglio si tutelano come possono, attraverso una verifica costante dell’autenticità della banconota al momento dell’incasso, servendosi di piccoli dispositivi di controllo: per tale motivo, lo strumento come il contabanconote diventa essenziale per il controllo di banconote false che, ogni giorno, girano nelle strutture commerciali e non.
Dal 25 novembre 2015 vi saranno dei cambiamenti nel portafoglio degli italiani: se non sarà certo l’arrivo di maggiori denari nelle economie dei cittadini, il dato certo è l’arrivo di una nuova banconota da 20 euro. La Bce ha, infatti, presentato la nuova banconota da 20 euro, che entrerà in circolazione proprio nella data sopra citata: serviranno ben nove messi affinché i produttori di apparecchiature per il trattamento delle banconote, le categorie professionali che operano con il contante e gli altri soggetti coinvolti, possano prepararsi all’introduzione del nuovo biglietto.
Per agevolare i preparativi in vista dell’introduzione del nuovo biglietto, sono state dispensate informazioni ai produttori di apparecchiature per il trattamento contabanconote e per il controllo di banconote false e agli altri soggetti interessati, oltre ad aver fornito loro anticipatamente alcuni esemplari del nuovo biglietto per lo svolgimento di test e la predisposizione dei necessari adeguamenti.
Attraversi alle ulteriori indicazioni diffuse e comunicate nel quadro del programma sarà più semplice per i produttori assicurare che i dispositivi di controllo dell’autenticità e le apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote in uso nell’intera area dell’euro siano adattati entro il 25 novembre, quando il nuovo biglietto inizierà a circolare.
Non solo una contestualizzazione grafica: vi è, infatti, una importante innovazione in fatto di sicurezza, in quanto, la finestra con ritratto del nuovo biglietto da 20 euro, sarà integrata nell’ologramma. Guardando la banconota in controluce, la finestra rivela in trasparenza, su entrambi i lati del biglietto, il ritratto della figura mitologica di Europa, garantendo un’ulteriore traccia per un controllo visivo della carta.
Come i tagli da 5 e da 10 euro della seconda serie, la nuova banconota da 20 euro prevederà l’inclusione include un numero verde smeraldo combinato al ritratto di Europa è apposto anche nella filigrana; una vera e propria innovazione nel settore della tecnologia delle banconote, frutto del lavoro svolto dall’Eurosistema affinché i biglietti guadagnino un elevato grado di protezione contro la tanto temuta falsificazione.
Appare chiaro, dunque, come, soprattutto in vista di questi ulteriori cambiamenti, il commerciante, così come il consumatore comune, debba premunirsi di mezzi all’altezza per sventare possibili truffe, attraverso, quindi, contabanconote per un controllo continuo di banconote false.