Risparmiare scegliendo i toner rigenerati

Per gli utilizzatori di stampanti laser esiste oggi la possibilità concreta di risparmiare scegliendo dei toner rigenerati al posto di quelli originali. Il vantaggio che ne consegue è duplice: da un lato si può ottenere un significativo risparmio di denaro sul prezzo di acquisto dei toner, dall’altro si contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente riducendo la quantità di rifiuti prodotti e le emissioni di diossido di carbonio.

Cosa sono i toner rigenerati

I toner rigenerati sono toner che, una volta esauriti, vengono sottoposti a un processo accurato di verifica dello stato delle parti meccaniche (se necessario, le parti usurate vengono sostituite con parti nuove), pulizia interna ed esterna e successivo riempimento con l’apposita polvere di inchiostro utilizzata per la stampa. L’operazione, eseguita da aziende specializzate del settore, da nuova vita ai toner esauriti, creando un prodotto la cui resa cromatica è del tutto paragonabile a quella di un toner originale.

Dove acquistare i toner rigenerati

Nelle principali città italiane sono oggi presenti diversi centri o negozi presso i quali è possibile acquistare dei toner rigenerati per i più diffusi modelli di stampante laser. Per chi si trova distante da questi centri (o preferisce eseguire l’ordine comodamente da casa) esiste sempre la possibilità di eseguire l’acquisto online. Occorre tenere presente come i toner rigenerati non siano commercializzati direttamente dai produttori di stampanti, per cui saranno contraddistinti dal marchio dell’azienda o della catena che fornisce il servizio di rigenerazione.

Vantaggi dei toner rigenerati

Il primo e più diretto vantaggio derivante dalla scelta di toner rigenerati è sicuramente il risparmio di denaro. Il prezzo di un toner rigenerato, infatti, è tra il 40 e l’80% inferiore rispetto a quello del corrispondente modello nuovo e originale. Questo risparmio sul prezzo di acquisto, mediamente pari al 60%, diventa ancora più significativo se si tiene conto che in numeri casi la quantità di inchiostro inserita durante la rigenerazione è superiore rispetto a quella presente nei toner originali (ottenendo così una maggiore capacità, o durata, del toner). I toner rigenerati sono oggi realizzati con materiali di primissima qualità, in grado di offrire degli standard qualitativi di stampa molto elevati, comparabili con quelli dei prodotti con marchio originale. Non solo, l’utilizzo dii toner rigenerati non produce malfunzionamenti oppure danni al sistema di stampa e quindi gli stessi possono essere utilizzati con la stessa sicurezza dei modelli originali. Non di minore importanza rispetto all’aspetto economico è sicuramente quello ambientale: la rigenerazione, essendo a tutti gli effetti un’operazione di riciclo, riduce la produzione e l’immissione nell’ecosistema di plastiche e materiali per l’imballaggio, contribuendo alla salvaguardia del nostro pianeta.

I mouse della 5 Star

Nulla domina lo scenario tecnologico attuale come il Mouse, diventato nel corso degli anni, un prolungamento del braccio della maggior parte di noi tutti.
Il Mouse, si sa, è un accessorio essenziale e li suddividiamo in due grandi categorie.
Una appartenente al passato, che genera già nei più un ceto senso di nostalgia, è quella dei mouse meccanici, cosiddetti “”a rotella””.
L’altra è quella dei mouse ottici, i mouse al LED di uso ormai più che comune.
E’ tra questi che si colloca il Mouse 5 Star.

USB 2.0

Il nuovo Mouse ottico 5 Star, padroneggia la tecnologia USB 2.0, rappresentante quindi un’elevatissima velocità correlata ai tempi di reazione.
Uno strumento all’avanguardia, ergonomico e pratico da usare.
Il Mouse 5Star non ha alcun bisogno del tappetino o di una particolare superficie d’appoggio.
Grazie alla tecnologia al LED possiamo utilizzarlo sulla maggioranza delle superfici, dal tavolo in vetro al caldo divano, il prodotto garantisce la massima resa in qualsiasi condizione decideremo di farlo lavorare e in qualsiasi inclinazione, persino sottosopra.

Configurazione e tasti

La configurazione è pressocchè automatica e ci basterà infatti collegare il dispositivo ad un qualsiasi computer per la prima volta, dopodichè sarà il dispositivo ad entrare definitivamente all’opera.
Il Mouse 5 Star non porta problemi di sorta in merito alla configurazione.
I tasti sono i soliti tasti basilari da Mouse, con due pulsanti per i comandi Left e Right e al centro la solita rolettina per lo scrolling.
Per configurare al meglio le opzioni come la velocità, la sensibilità e il movimento netto, invece, occorrera accedere al pannello di controllo alla sezione Mouse, a lui dedicata.
Il tutto, per la maggiore, è risolvibile nel tempo di quache minuto, di solito difficilmente vengono superti i cinque per un settaggio completo.

Prezzo

L’acquisto di un mouse 5 Star non richiede certo una cifra esosa, collocandosi in un range domestico deve essere accessibile ad un pubblico che lo userà per scopi poco specifici e piuttosto generici.
E’ possibile infatti acquistarlo senza nemmeno sfiorare la decina d’euro, il che lo rende anche un eccellente regalo.
Semplice ma così essenziale che stare senza sviluppa in alcuni una vera e propria nevrosi.

Conclusioni

Di certo non riuscirei ad Utilizzare al meglio il mio portatile se non avessi un mouse, infatti spesso la cosa mi manda in bestia.
L’acquisto di un mouse 5 Star è dunque consigliato a chiunque voglia fare della semplicità una costante fondamentale, senza rinunciare alla praticità e ai comfort che solo un mouse riesce a dare rispetto ad un touchpad.
Con un prezzo alla portata di tutti ed uno scopo piuttosto basilare, questo prodotto dall’aria banale diventerà presto una costante a cui sarà difficile rinunciare, sarà di sicuro impensabile farne a meno.

La calcolatrice Casio grafica

La calcolatrice Casio grafica è una di quelle calcolatrici che hanno fatto la storia, infatti il marchio Casio assieme al marchio Sharp sono due dei marchi più noti al mondo nel settore dell’elettronica e degli strumenti da ufficio.

La storia

Nel 1946, Kashio Tadao, il fondatore di Casio Computer Co. Ltd., che è nato a Kureta-mura in Giappone nel 1917, istituì la propria attività che chiamò Kashio Seisakujo, a Mitaka, Tokyo.
Da allora questa azienda diventò sempre più grande fino a diventare uno dei marchi internazionali più noti.

La calcolatrice Casio è una delle migliori calcolatrici oggi conosciute e utilizzate da migliaia di studenti in tutto il mondo, soprattutto la calcolatrice Casio grafica e la calcolatrice Casio scientifica, utili per realizzare operazioni complesse, calcolo delle funzioni, grafico di una funzione, trigonometria, algebra ecc.

Calcolatrice grafica

La calcolatrice Casio grafica viene utilizzata in particolare negli ambienti grafici, o per gli studenti, e il modello più scelto è la Casio Europe GmbH FX-9860GII, una calcolatrice grafica che è dotata di tutte le funzioni più comuni, compreso grafico di una funzione, ed è dotata di uno slot dove potere anche inserire a scelta una nuova scheda SD per aumentarne la memoria.

Calcolatrice scientifica

Una buona calcolatrice tecnico-scientifica Casio è il modello FX-82ES Plus con display migliorato e 252 funzioni, perfetta da usare a scuola già dalle medie, funziona a batterie.

Molte calcolatrici Casio oggi funzionano anche a energia solare, il che le rende ecologiche e anche durevoli dato che non si corre il rischio che sul più bello si consumino le batterie.

Il giusto inchiostro per ricaricare le cartucce Canon

Cartucce Canon ricaricabili

Se hai una stampante sottoposta ad un carico di lavoro quotidiano piuttosto elevato,  può succedere spesso che la cartuccia si esaurisca in fretta. Per risparmiare e evitare di acquistarne una nuova sarà sufficiente procurarsi gli inchiostri per cartucce ricaricabili Canon e ricreare in casa il refill per la propria stampante. La spesa  è veramente modesta e con un solo kit potrai effettuare diverse ricariche. Questo lavoro di ripristino non è tanto complesso e  può essere effettuato anche da soli senza  ricorrere a negozi specializzati in questo settore. I kit si possono trovare in vendita  su internet o negli store di cancelleria.  All’ interno di ogni kit sono  presenti quattro flaconi di liquido,  la siringa per il riempimento.

Vari colori

I flaconi disponibili contengono diverso colore: il classico nero e cartucce color magenta, giallo e rosso.   Scegliere il corretto kit con inchiostri per cartucce ricaricabili Canon assicura risultati di stampa che saranno di certo ottimali se viene utilizzato per il modello di stampante indicato sulla confezione. Ci possono essere più modelli compatibili con un  kit, il liquido per inkjet presente all’interno non potrà essere però compatibile con tutti i modelli di stampanti. Scegliere un articolo che risulta incompatibile con la propria stampante può portare a  seri danni sia alla testina di stampa che alla stampa. Una volta trovato il modello  compatibile, sarà sufficiente togliere  le cartucce e sollevare l’etichetta adesiva su ogni cartuccia nella  parte superiore.

Kit per la ricarica

Nei   fori che così risulteranno ben visibili basta inserire l’inchiostro  con la siringa in dotazione. Attenzione a non mescolare le tonalità diverse, per non alterare i colori di stampa. L’inchiostro va iniettato lentamente, per farlo assorbire in maniera corretta.  Una volta terminato questo lavoro rimettere a posto la cartuccia nella sua sede  ed effettuare una prova di stampa. Se l’inchiostro per cartucce ricaricabili Canon utilizzato è compatibile e la ricarica è stata eseguita correttamente, il foglio  sarà stampato in maniera ottimale .

Tanti tipi di calcolatrici per qualsiasi tipo di calcolo

Le origini del calcolo

Il calcolo ha origine antiche e, sebbene oggi esistano tanti tipi di calcolatrici per qualsiasi tipo di calcolo, il calcolatore, inteso come strumento per introdurre le prime nozioni matematiche, risale a tempi remoti.
Prima si usava l’abaco ma la storia da ripercorrere è davvero lunga ed arriva alle moderne calcolatrici che compiono operazioni sofisticatissime e sono degli utili supporti nel campo dello studio e del lavoro.
Il grande traguardo che si è raggiunto spezza, in un certo qual modo, il forte legame che c’era tra i vecchi strumenti di calcolo e le moderne calcolatrici Sharp che non sono il frutto di un’idea geniale di un esclusivo inventore, bensì del lavoro encomiabile di diverse menti di studiosi che hanno messo in moto un meccanismo che si è evoluto nel tempo.
La storia delle attuali calcolatrici sia scientifiche che più semplici, si riflette in varie direzioni e non ha una sequenza cronologica, ma gli strumenti sono stati ideati attraverso lo studio complesso ed individuale di tanti soggetti che, riunendo le loro forze, hanno dato vita a dei software che rendono possibile l’applicazione di tali macchine.

Investigare sui vari aspetti della matematica

Le calcolatrici attuali permettono di investigare sui vari aspetti della matematica che manualmente, non sarebbe possibile esplorare.
Le calcolatrici che troviamo sul mercato sanno amplificare le capacità individuali proponendo calcoli numerici, ma anche estendendo il campo di applicazione verso orizzonti che mai avremmo pensato fino a qualche anno addietro.
Tra i tanti tipi di calcolatrici per qualsiasi tipo di calcolo troviamo quelle predisposte ai grafici e che appaiono come veri e propri piccoli computer che possono espletare applicazioni ben più importanti di un semplice calcolo matematico come le calcolatrici Sharp.
Si è entrati nel mondo della teoria della computabilità con una fenomenale evoluzione che rappresenta il percorso ideale nella presentazione di una storia informatica che caratterizza le diverse tappe compiute dagli scienziati nel loro meticoloso percorso di studi.
Ogni strumento sia tascabile che da tavolo si è arricchito di molteplici idee matematiche interessanti che sottolineano il concetto di sinergia tra queste abili macchine e la matematica.

Uno strumento sicuro ed affidabile

L’esperienza dei progettisti ha reso possibile l’uso di calcolatrici che giornalmente aiutano le persone per avanzare nello studio o nel loro lavoro.
La scelta è davvero ampia e si possono acquistare calcolatrici Sharp che compiono calcoli complessi ma anche quelle tascabili e assai più semplici.
Il mondo di questi validi strumenti è talmente vasto che sembra quasi perdersi tra elementi più o meno pesanti, adatti a calcoli sofisticati, calcolatrici da tavolo o tascabili e tanto altro.
Le migliori aziende produttrici di calcolatrici offrono sicurezza ed affidabilità grazie alla competenza pluriennale che ha raggiunto grandi traguardi nel settore.
Esistono, addirittura, calcolatrici scriventi che rappresentano il massimo dell’innovazione.
Per scegliere tra i tanti tipi di calcolatrici per qualsiasi tipo di calcolo basta sfogliare il vasto catalogo di strumenti di questa tipologia che le aziende mettono a disposizione.

Il toner compatibile costa meno

Mai sentito parlare del toner compatible? Eppure si tratta di uno degli argomenti di maggiore interesse negli ambienti delle copisterie. Il motivo? I toner compatibili fanno risparmiare e la loro qualità non è per niente inferiore ai toner non compatibili. Un alto livello qualitativo della stampa viene associato alla precisione e alla pulizia di stampa.

Il compatible toner: conviene davvero?

Molte persone si sono chieste se acquistare i toner compatibili convenisse per davvero o tutta la popolarità del compatible toner fosse dovuta unicamente alla pubblicità che si può trovare in giro. Sin da subito si può affermare che lavorare con i toner compatibili piuttosto che con quelli non compatibili convenga realmente. La popolarità non è mai un caso e solo un frutto della pubblicità. Spesso si tratta di caratteristiche positive che il prodotto realmente ha e che molti utenti hanno potuto testare ancor prima di consigliare il compatible toner agli altri. Il costo del compatible toner è realmente inferiore rispetto agli articoli simili attualmente presenti in commercio. La qualità del toner non è affatto inferiore e talvolta persino supera i toner non compatibili. Si tratta comunque di una polverina molto sottile, riprodotta dalla stampante sul foglio e asciugata lì.

Quali sono le tipologie del compatible toner?

Attualmente in commercio ci sono numerose tipologie di compatible toner, tutte diverse tra di loro. Ci sono i toner monocolore e quelli policromatici, una miscela del giallo, grigio e magenta, i 3 colori fondamentali per dar vita ai colori nuovi: verde, blu, arancione, rosso e così via. Altresì i compatibili toner variano in relazione al modello. Ci sono i toner HP, quelli Epson, gli LG e molti altri ancora. Infine non è da trascurare la dimensione dei toner. Per le stampanti più grandi vengono preferiti i toner più grandi. Le stampanti più piccole, invece, necessitano di toner dalla dimensione inferiore. In tutti i casi si tratta comunque di un toner di alta qualità.

Dove trovare il compatible toner?

Il toner compatible, oltre a costare meno, è divenuto così popolare da poter essere acquistato praticamente ovunque. Al cliente non resta che scegliere il luogo e tra gli e-commerce sul web, i negozi fisici di rivendita e quant’altro non si ha che un grande imbarazzo di scelta. Al giorno d’oggi il compatible toner si trova praticamente in ogni negozio di accessoria dei computer. I loro prezzi variano in relazione al rivenditore stesso e alle caratteristiche citate prima. Il compatible toner può essere acquistato sotto forma di cartucce oppure in dei piccoli barattoli. Al cliente resta la scelta su come acquistare il toner compatible, dove acquistarlo, quanto pagarlo e quant’altro: un bell’imbarazzo!

Ricaricare le cartucce HP Photosmart

Quando la ricarica di una cartuccia HP Photosmart deve essere effettuata, si deve cercare ovviamente di puntare su un livello di soddisfazione che non deve essere per nessun motivo essere messo in secondo piano.
Sarà quindi necessario cercare un tipo di soluzione che permetta effettivamente di poter raggiungere il proprio obiettivo principale, ovvero quello che consiste nell’effettuare la ricarica cartucce HP Photosmart senza che vi possano essere delle situazioni che potrebbero essere tendenzialmente pericolose e poco piacevoli da affrontare.
Sarà quindi necessario cercare di sfruttare il miglior tipo di soluzione possibile senza alcuna complicazione: adoperare questo genere di strategie per effettuare la ricarica di questo genere di cartucce risulta essere un tipo di soluzione semplice che potrà essere svolta senza che vi possano essere degli errori.

 

Come scegliere le ricariche

 

Le ricariche ovviamente devono essere effettuate in maniera attenta e precisa in modo tale che sia possibile poter evitare che si possa andare incontro a degli errori che effettivamente risultano essere poco piacevoli.
Selezionare il tipo di inchiostro risulta essere un vero e proprio elemento che deve condizionare la propria scelta in maniera tale che si possa effettivamente evitare d sfruttare un liquido che risulta essere poco professionale e che potrebbe non essere adatto per i propri scopi.
La ricarica cartucce HP Photosmart dovrà poi essere effettuata da uno degli esperti, dettaglio che non si deve sottovalutare.
Grazie a questa selezione sarà possibile poter evitare che vengano commessi degli errori e soprattutto si potrebbe rimanere delusi da questo genere di risultato.
Si deve quindi effettuare una selezione attenta e precisa che non deve essere mai essere svolta in maniera imprecisa, dettaglio che non si deve sottovalutare.

 

Come evitare errori di ogni genere

 

Per evitare di commettere degli errori occorri effettuare una ricerca che sia lenta e che prenda in considerazione ogni genere di dettaglio sulla ricarica stessa.
In questo modo sarà possibile poter evitare di dover investire delle somme di denaro in modo errato: sarà quindi possibile poter avere una ricarica che risulti essere perfetta e precisa e che permette di effettuare la stampa in maniera corretta e con un risultato finale veramente unico e piacevole nel suo genere.
Inoltre si deve verificare che la compatibilità risulta essere fondamentale quando si deve effettuare una ricarica cartucce HP Photosmart, che rappresenta quindi un tipo di operazione che potrà essere svolta in maniera attenta e precisa scegliendo solo i professionisti del settore che effettuano appunto tale tipologia di operazione.

Le calcolatrici Casio per i calcoli complessi

Calcolatrici Casio scientifiche, come orientarsi

La vasta gamma di calcolatrici Casio scientifiche offre la possibilità di scegliere quella più adatta alle proprie esigenze.
Le funzioni delle calcolatrici Casio scientifiche variano passando dai modelli più semplici a quelli più tecnologici, consentendo l’esecuzione di calcoli di diversa complessità, dalle funzioni trigonometriche e iperboliche alle equazioni di quarto grado, dalle disequazioni al calcolo differenziale e integrale alle funzioni finanziarie.
Le dimensioni medie delle calcolatrici scientifiche portatili sono abbastanza contenute, 18-20cm di altezza per 8-10 cm di larghezza, uno spessore di 1-2 cm e un peso di circa 100 grammi. Particolare importanza è da attribuire alle dimensioni e alla risoluzione dei displays che consentono una visualizzazione più o meno ampia dei caratteri e dei valori inseriti per lo svolgimento dei calcoli e la verifica dei dati inseriti.
La scelta della calcolatrice più adatta deve quindi essere basata oltreché sulle reali esigenze di calcolo anche sulla frequenza e durata di utilizzo per le quali le caratteristiche del display possono risultare fondamentali.

Casio offre la possibilità di individuare la calcolatrice più adatta ai vari utilizzi raggruppando i suoi prodotti in funzione del livello di complessità del sistema di operazioni svolte.
Le calcolatrici Casio scientifiche possono rivelarsi utili nella risoluzione di problemi di matematica e fisica, nonché in settori quali l’ingegneria e la finanza, in quanto l’elevato livello di tecnologia raggiunto consente la rapida risoluzione di calcoli complessi che eseguiti manualmente richiederebbero delle tempistiche impegnative.
Pertanto sarà possibile trovare modelli di calcolatrici Casio scientifiche con alimentazione solare e a batteria, display LCD ad alta risoluzione e/o display Natural-V.P.A.M. e menù a icone, adatte per le scuole secondarie di primo grado, come i modelli ClassWizFX-85/350/82EX, FX-82/350ESPlus ed FX-220Plus e FX-82MS, che possiedono fino a 270 funzioni integrate e modelli di calcolatrici Casio scientifiche perfette per la scuola secondaria di secondo grado e per l’università, come i modelli ClassWizFX-991EX, FX-570ESPlus e FX-991ESPlus che includono fino a 580 funzioni integrate e un applicazione con foglio di calcolo.

L’utilizzo delle calcolatrici scientifiche non programmabili è ammesso anche nelle sedi d’esame, per tutti gli studenti quindi, la scelta del prodotto più adatto in funzione del proprio percorso di studi, specialmente universitario, è una scelta che potrà accompagnarli per tutta la sua durata e anche oltre. Si tratta di un vero e proprio investimento. Per i professionisti dell’ingegneria e della finanza potrà essere invece uno strumento di uso quotidiano per eseguire rapide verifiche a supporto della propria attività lavorativa.
La tecnologia a portata di mano delle calcolatrici Casio scientifiche ha un costo in verità per niente proibitivo. In commercio si parte dai 15-20 euro per i modelli da 270 funzioni integrate per arrivare ad una spesa di 45-50 euro per i modelli più complessi fino a 580 funzioni integrate.

Usare la calcolatrice nel compito di maturità

Durante la maturità può venire usata la calcolatrice scientifica.
Ma come ottimizzare la propria calcolatrice per la matematica   o la fisica, come farlo in modo intelligente? Alcune risposte per essere efficace, il giorno degli eventi.
La falsa buona idea: scaricare programmi e imbrogliare qualsiasi Internet Ready

Dobbiamo ammettere che avere tutto il  corso terminale sul  calcolatore può sembrare allettante. E molti siti offrono programmi di prestito da scaricare al fine di superare le prove  . Questa scheda elenca tutte le definizioni fisiche che contengono i punti di vista dimostrazioni matematiche che sono: c’è qualcosa per tutti.

durante le 4 ore che dura il test di matematica o 3:30 della fisica, non si avrà il tempo di cercare tra le centinaia e centinaia di formule e definizioni per trovare quella giusta.

E c’è di peggio. Pensate di avere informazioni complete disponibili, e si tende a imparare non correttamente le lezioni, quindi se le calcolatrici sono vietate per l’evento (il che è possibile con alcuni problemi) vi troverete completamente impotenti.

Quindi sì, i calcolatori possono essere un piccolo aiuto, il supporto “in caso”, ma in ogni caso devono diventare un’estensione del cervello.

Quindi, essere più intelligente. Utilizzare la calcolatrice per registrare un paio di ricordi, la storia di piccole formule che rassicurano durante le prove.

In matematica, per esempio, può essere interessante annotare le regole per il calcolo con esponenziale, logaritmi o qualche primitiva e derivati, che sono difficili da ricordare.

In fisica, per formule cinetiche o trasformazioni chimiche possono essere utili.

Tipografia

La tipografia è la tecnica usata per produrre testi stampati con delle matrici in rilievo fatte da caratteri mobili o cliché inchiostrati.

Johann Gutenberg è stato l’inventore della stampa a caratteri mobili.
con questa invenzione si è avuto un grande incremento della stampa e anche una grande diffusione di libri.
Sembra però che già i cinesi avessero per primi utilizzato tecniche simili e contemporaneamente a Gutenberg, c’erano stati anche stampatori tedeschi, italiani (Panfilo Castaldi) boemi e olandesi.

In ogni caso, Gutenberg stampoò per primo tra il 1448 e il 1454 il primo libro con questa tecnica a Magonza . Si tratta della Bibbia a 42 linee, messa in vendita a Francoforte nel 1455.

La tecnica di stampa di Gutenberg consisteva nell’allineare i tipi con i caratteri di stampa in linee, e unirle creando le pagine col testo.

Ogni matrice di pagina viene poi inchiostrata su rulli e poi stampata con un torchio a pressione.

Nell’arco di circa dieci anni questa nuova tecnica di stampa si diffonde in tutta Europa. Il primo libro che fu stampato in Italia fu nel monastero di Subiaco nel 1464.

Famose tipografie poi nacquero a Venezia con Aldo Manuzio nel 1501 che pubblica gli enchiridia (ovvero i primi libri tascabili), dei classici latini senza note o commento, con caratteri che erano leggermente piegati a destra, che erano stati disegnati dal bolognese Francesco Griffo: è questa la nascita del corsivo.