Cause della perdita di memoria a breve termine

La perdita di memoria a breve termine è un problema comune e può andare dallo smarrimento delle chiavi a una confusione più diffusa su eventi recenti.
Alcuni tipi di perdita di memoria sono più gravi di altri, quindi è importante capire quale sia esattamente la causa della perdita di memoria a breve termine per assicurarti che non richieda cure mediche. Ci sono diverse cose che possono causare perdita di memoria a breve termine.

Squilibrio ormonale

Una causa molto comune di perdita di memoria a breve termine nelle donne è data dai cambiamenti negli ormoni che si verificano durante la menopausa. L’estrogeno, un ormone importante delle donne, tende a diminuire durante la menopausa e questo può avere un effetto negativo sulla capacità di ricordare.

Stress

Diverse cose possono causare il funzionamento del cervello in modo diverso, e lo stress è uno dei problemi più comuni che altera il funzionamento del cervello. Livelli elevati di stress possono fare perdere la memoria a volte perché hai tanto da ricordare.

Mancanza di sonno

Il sonno è assolutamente essenziale per il cervello. Il sonno aiuta il cervello a cementare i ricordi, a spostare i ricordi a breve termine in quelli a lungo termine e a consolidare le informazioni. Senza una quantità adeguata di sonno, il cervello potrebbe non essere in grado di formare i ricordi con la stessa facilità.

Depressione

La depressione non è solo un disturbo che colpisce l’umore. E’ radicata nel cervello, può influenzare anche molte altre funzioni, come la capacità di concentrazione. Questo può aumentare le probabilità di avere problemi con la memoria, dal momento che il cervello ha difficoltà a focalizzare abbastanza su un evento per creare un ricordo.

Farmaci

Diversi farmaci, entrambi i farmaci prescritti e in altro modo, possono avere effetti sulla memoria. Alcuni farmaci comuni possono causare problemi con la memoria a breve termine e sono farmaci anti-ansia, farmaci per abbassare il colesterolo, farmaci antiepilettici e persino antistaminici. Tuttavia, abusare dell’alcool e di altre droghe, specialmente i narcotici, può causare anche perdita di memoria a breve termine.

Trauma alla testa

Commozioni cerebrali possono causare danni che dura più a lungo del mal di testa che viene fornito con la ferita. Mentre è probabile che la perdita di memoria da una singola commozione cerebrale migliori, le concussioni multiple possono causare gravi danni alla capacità del cervello di formare ricordi.

Condizioni mediche

A volte, alcune malattie potrebbero causare alcuni problemi. Infezioni cerebrali causate da HIV / AIDS o dalla malattia di Lyme sono i comuni responsabili della perdita di memoria, così come tumori cerebrali o demenza. Anche condizioni reversibili come una carenza di vitamina B12 possono esserne la causa.

Il meccanismo alla base dell'anoressia

I disturbi dell’alimentazione, e in particolare l’anoressia, sono sicuramente tra i disturbi adolescenziali più conosciuti dall’opinione pubblica.

Spesso i mass media descrivono le conseguenze di tale patologia e cercano di analizzarne le cause.

Ciò che spesso viene trascurato è l’intreccio delle convinzioni che si sviluppano nella mente delle adolescenti e che diventano degli importanti fattori motivazionali nel rifiutare il cibo.

L’anoressia é una vera e propria patologia ( che coinvolge aspetti psicologici e aspetti medici) che si basa sullo sviluppo di una distorsione nella percezione del proprio corpo e degli stati emotivi, tali distorsioni sono il motivo per il quale le ragazze affette da tale patologia non sono in grado di avvertire il pericolo che i propri comportamenti potrebbero avere sulla loro salute.

Spesso si ritiene che ciò che spaventa maggiormente i medici e i familiari, ad esempio una perdita eccessiva di peso, la scomparsa del ciclo mestruale, la caduta dei capelli… spaventi e preoccupi anche le ragazze anoressiche. In realtà, invece, queste conseguenze non vengono interpretate dall’adolescente come indici di una situazione grave che deve essere curata ma anzi come indice di successo delle proprie azioni.

Alla base dell’anoressia adolescenziale, infatti, generalmente vi é il rifiuto inconscio di diventare grandi, di assumersi delle responsabilità e di accettare il proprio corpo in trasformazione. Durante l’adolescenza il corpo si trasforma e si inizia un percorso di transizione dall’infanzia (periodo nel quale si é coccolati) all’ inizio dell’età adulta (periodo in cui si inizia ad essere responsabili di sé). Il rifiuto di tale passaggio genera in alcune adolescenti una convinzione inconscia e irrazionale secondo la quale “se si rifiuta di mangiare, il corpo non crescerà potendo rimanere bambine per sempre”.

E’ importante dire che fino a quando tale convinzione non potrà essere modificata, difficilmente l’adolescente riuscirà a guarire dall’anoressia. Proprio per questo motivo é fondamentale rivolgersi ad uno psicologo o psicoterapeuta di fiducia specializzato nella Psicoterapia Infantile e Adolescenziale dei disturbi del Comportamento Alimentare. Tramite un percorso psicoterapeutico il professionista é in grado di mostrare all’adolescente l’irrazionalità delle sue convinzioni e di aiutarla a prendere coscienza della gravità di tale malattia aprendo cosi la possibilità nel sviluppare una motivazione alla cura.

Articolo redatto dal Dott. Moreno Mattioli, psicologo Varese e Psicoterapeuta Infantile e dell’Adolescenza.

Scegliere il giusto caffè da offrire in ufficio

Scegliere il giusto caffè da offrire
Scegliere il giusto caffè da offrire

Generalmente, quando si parla di caffè non si bada molto alla tipologia, ma in realtà è necessario tener conto di alcuni particolari soprattutto in ufficio. In ufficio capita molto spesso di bere diverse tazze di caffè, un po’ per svegliarci la mattina prima di iniziare il proprio lavoro e un po’ per darci una sveglia durante il pomeriggio. Proprio per questo è necessario scegliere le giuste cialde da caffè , da preparare con la propria macchinetta, in ufficio. Ad esempio, nel caso in cui fosse dei grandi amanti di questa bevanda è sicuramente un bene selezionare il caffè decaffeinato.
In questo modo, potrete esser certi di bere un buon caffè, che però non avrà effetti collaterali sul vostro sistema nervoso, per via della troppa cafferina. Quindi, non vi resta che acquistare delle ottime cialde bidose di caffè decaffeinato ed offrirlo anche ai vostri colleghi per affrontare al meglio la giornata di lavoro.