Le particolarità delle penne roller

Le scelte per gli amanti della scrittura e della calligrafia sono moltissime, tra penne a sfera, gel, stilografiche e roller. Queste ultime, in particolare, costituiscono un ottimo prodotto per chi desidera una penna ricaricabile dal design elegante e dal tratto scorrevole. Vediamo dunque le particolarità delle penne roller.

Il tipo di inchiostro

La struttura non è molto diversa da una penna a sfera normale, seppur di fattura migliore di maggior resistenza. Non manca la sfera metallica che, rotolando e scorrendo sul foglio, distribuisce l’inchiostro sulla pagina. Ciò che però costituisce la peculiarità primaria della penne roller è il tipo di inchiostro utilizzato, meno denso rispetto alle penne a sfera più economiche, più liquido e a base d’acqua.
L’inchiostro delle penne roller permette una fluida scorrevolezza sulla carta, e permea più facilmente proprio per queste sue caratteristiche. Può essere considerato un piccolo difetto il fatto che asciuga facilmente anche all’interno della penna, particolarità che rende le penne roller adatta soprattutto a chi scrive molto e non permette alla penna di seccarsi. Il cappuccio ermetico, però, è utile per scongiurare questa evenienza.

Il tratto

Com’è stato detto sopra, la fluidità dell’inchiostro rende il tratto piacevolmente scorrevole, morbido e comodo, una vera delizia per gli amanti della scrittura su carta. La resa cromatica è ottima e la linea tracciata risulta più emotiva rispetto alle classiche penne a sfera o gel, simile piuttosto a quello della stilografica. Dalla scrittura delle penne roller traspare dunque qualcosa di personale e sentimentale, e gli stili di scrittura, nonché gli stati d’animo, emergono come qualcosa di vivo e concreto.

Qualche piccolo svantaggio

Nonostante la bellezza e la facilità di scrittura, le penne roller hanno alcuni piccoli svantaggi che le rendono meno adatte ad alcuni utenti. La liquidità dell’inchiostro tende a farlo penetrare nelle pagine più sottili e aumenta il rischio di sbavature, poiché ha un’asciugatura più lenta sulla carta. È dunque meno consigliata agli scrittori mancini, che durante la scrittura tendono a trascinare la mano sull’inchiostro ancora in fase di asciugatura.
Non si consiglia nemmeno a chi scrive poco o in modo discontinuo, dato che l’inchiostro tende a seccare all’interno della penna se non regolarmente utilizzato.
Per chi non è pratico del settore, è anche un po’ più difficile reperire i refill adatti alle penne roller, anche se la diffusione dei negozi online ha reso molto più disponibile l’acquisto di simili materiali.
Un altro piccolo difetto, che però non basta a scalzare via le penne roller dal podio delle penne più consigliate agli amanti della scrittura e della calligrafia, è la minor durata dei refill, proprio a causa della fluidità dell’inchiostro e la maggior dispersione di questo sulla pagina.
Nonostante questo, le penne roller sono un prodotto immancabile per chi ama l’estetica della scrittura su carta.