Come aprire una società in Inghilterra

Una azienda in UK

Oggi molti professionisti o imprenditori decidono di avviare una propria attività nel Regno unito. Si deve sapere che bastano poco più di tre ore per aprire una nuova società on-shore a Londa anche dall’estero.

La grande semplicità per avviare una nuova impresa a Londra richiede un iter burocratico rapidissimo infatti.
Londra è la capitale di un Regno snello e che favorisce  la volontà di ‘fare impresa’ oggi.

Quindi aprire una società on shore, cioè  sul territorio inglese, è facile e inoltre Londra dista poco più di un’ora d’aereo dai maggiori aeroporti italiani: ci sono anche tante rotte ‘low cost’ verso e dal Regno Unito che consentono a chiunque di gestire agevolmente l’apertura di una società in Inghilterra.

Alcune agevolazioni

Il Regno Unito non consente quindi un’estrema velocità di apertura di una società on shore in UK, e anche molte agevolazioni.
Infatti non  è necessario registrarsi  alla Data Protection Agency, nè dichiarare l’IVA sino a raggiungere una  soglia fiscale di 77,000 sterline di reddito .
Inoltre la registrazione di una nuova società non prevede il notaio come tramite ma basta   compilare  i moduli online che sono anche facilmente reperibili sui siti governativi o  forum dedicati alla new-economy.
Inoltre, c’è una contabilità minimale e poco labirintica, e per i primi 21 mesi si è esenti da ogni tassa su impresa e profitti.

Aprire una società in Inghilterra

Quindi vi sono davvero tante opportunità  a chi volesse aprire una società in UK.
Per aprire una società chi conosce un minimo di legislatura internazionale e possedesse un buon livello di conoscenza scritta e parlata della lingua inglese le procedure sono facili, altrimenti ci si può rivolgere a uno studio legale internazionale o agenzie intermediarie e consulenti d’apertura, con costi irrisori,  conoscitrici delle norme e compilazioni corrette dei documenti.