Alimentazione dei cani

Gli amici a quattro zampe hanno esigenze nutritive certamente diverse da quelle dell’uomo. L’alimentazione di un animale domestico come il cane dev’essere orientata a garantire il giusto apporto di energie in funzione dell’attività fisica che viene svolta (né più, né meno), così da consentire all’animale di vivere una vita lunga e in perfetta salute.
Tuttavia si sa che i cani, e non solo, risultano essere spesso ingordi di cibo, quindi assicurare il giusto apporto di kilocalorie può risultare talvolta complesso. Ecco quindi come tenere sotto controllo il peso di Fido.

I fattori che influenzano l’alimentazione

Non si può affatto pensare di acquistare del cibo per il cane sin dalla prima infanzia e fornirlo per tutto il resto della vita. Innanzitutto, i cani riescono a percepire i sapori di ciò che mangiano, quindi una dieta così esageratamente monotona non può che infastidire e annoiare l’animale, che sarà più propenso verso spuntini poco adeguati. Ecco quindi che variare la dieta in modo graduale e acquistare del cibo umido per cani piuttosto che i tradizionali croccantini può risultare un ottimo modo per frenare gli istinti nutritivi dell’animale.
Oltretutto, la razza e l’età rappresentano un altro elemento fondamentale da tenere in considerazione: cagnolini molto piccoli, in piena attività, avranno bisogno di mangiare di più e più frequentemente per bilanciare la perdita di energia che segue i costanti giochi. Allo stesso modo, in funzione della razza (maggiormente o minormente propensa verso il moto) l’animale può essere nutrito con alcuni o altri tipi di alimenti.

L’educazione alla base di tutto

Come già accennato, ciò che è importante nell’ambito dell’alimentazione di un cane è la frequenza. Non si può pensare di somministrare del cibo al proprio amico a quattro zampe a qualsiasi orario e in qualsiasi condizioni. Ci sono dei cani che, in base alle proprie caratteristiche, devono mangiare al massimo due volte al giorno, mentre altri più frequentemente; inoltre, per alcuni il cibo umido per cani rappresenta un’esigenza necessaria, mentre in altri casi si possono usare i croccantini. Educare il cane sin da quando è cucciolo a mangiare in orari prestabiliti secondo quantità determinate dal proprietario risulta essere il punto fondamentale per evitare vari fenomeni di obesità canina.

Nessun risparmio, se la qualità ne risente

Molte famiglie sono tendenzialmente inclini a trascurare quelle che sono le esigenze nutritive del cane, proponendo lui porzioni di cibo con materie prime di seconda scelta o dai prezzi estremamente bassi. Per assicurare la buona salute del cane, tuttavia, una porzione di cibo umido per cani presa ad esempio deve innanzitutto essere conforme alle normative vigenti, il che prevede l’assenza di corpi estranei che possono intossicare il cane. Non deve neanche avvenire il fenomeno opposto, però: quando un padrone legge che la confezione di cibo per cani contiene orecchie, organi e frattaglie non deve scandalizzarsi, ma anzi sapere che quelle parti sono particolarmente indicate per diventare cibo per cani.

Royal Canin, cibo di qualità

Royal Canin, le origini e il successo del marchio

Fondazione di Royal Canin

La Royal Canin è un’azienda fondata da J. Cathary, veterinario specializzato nella nutrizione di cani e gatti, per questo le formule utilizzate da questo marchio sono specifiche per animali di tutte le tipologie, dai cuccioli a quelli con patologie che necessitano di un cibo particolare.
Gli ingredienti utilizzati dalla Royal Canin sono selezionati in base alla qualità delle sostanze nutritive e per i loro benefici che danno agli animali in crescita delle diverse razze in modo specifico.
Questi alimenti sono stati creati sin dagli inizi con formule nutrizionali rispettose dei bisogni differenti di ogni animale, per questo hanno cominciato ad essere consigliati dai veterinari.
Nel corso dei decenni, dal 1967, la Royal Canin si è affermata come azienda leader del settore, soddisfacendo i numerosi proprietari di cani e gatti attenti al loro fabbisogno.

I vari tipi di alimenti Royal Canin

La fama di Royal Canin è lautamente meritata dato l’enorme sforzo nel campo della ricerca che ha permesso di creare cibi specializzati a seconda delle razze canine e feline, dell’età ma anche della morfologia, perchè ogni cane ed ogni gatto è diverso e abbisogna di particolari dosi di vitamine, carboidrati, grassi e minerali.
L’esperta equipe dell’azienda Royal Canin, ha formulato alimenti che consentono a Pastori tedeschi, Bulldog, Labrador ma anche Maine Coon e gatti del Bengala di avere gli elementi nutritivi specifici per una vita sana, come per esempio dosi modificate di calcio per i molossoidi o di sale per i gatti, oltre quelli determinanti per la lucentezza del pelo e la perfetta tonicità dei muscoli.
Il punto forte dell’azienda sono i cibi preparati per cani affetti da patologie, al fegato o ai reni ma anche dietetici per gli animali sterilizzati, soggetti all’aumento del peso: i risultati ottenuti con tutti gli animali sotto regime alimentare secco e umido Royal Canin hanno fatto in modo che questa azienda proliferasse dappertutto.

Le opinioni del pubblico sui cibi Royal Canin

Essendo un’azienda così rilevante a livello internazionale, si può ben dire che i vantaggi dei prodotti Royal Canin sono assolutamente dimostrati ma in molti non apprezzano il fatto che il marchio Royal Canin testi i suoi alimenti su altri animali.
Molti amanti e proprietari di cani e gatti non vedono di buon occhio questa sperimentazione ma c’è da dire che non sono molte le marche che non la effettuano e sostanzialmente i buoni risultati evidenti negli animali domestici lasciano presupporre che anche quelli sottoposti ad esperimenti stiano bene: la Royal Canin produce cibo e non medicinali potenzialmente pericolosi perciò si può pensare che non ci siano danni collaterali.