Consigli utili per scegliere la calcolatrice

In ufficio, a scuola oppure a casa, la calcolatrice elettronica rappresenta oggi uno strumento insostituibile, in grado di eseguire per noi anche i calcoli matematici più complessi.Vediamo insieme quali modelli sono disponibili sul mercato e come scegliere quello più adatto alle nostre esigenze.

Calcolatrici tascabili

E’ sicuramente il modello di calcolatrice elettronica più diffuso tra gli allievi delle scuole elementari e media, tra i commercianti e tra chi ha bisogno di uno strumento pratico e semplice da usare. Queste calcolatrici consentono di eseguire le operazioni algebriche (somma, sottrazione, moltiplicazione e divisione), il calcolo della percentuale e solitamente anche la radice quadrata. Sia le dimensioni che il peso sono molto ridotti e possono essere quindi facilmente tenute nell’astuccio oppure nel taschino della giacca. L’alimentazione è fornita da piccole batterie, ma esistono anche dei modelli alimentati a energia solare.

Calcolatrici da tavolo

E’ il modello di calcolatrice comunemente utilizzato in ufficio oppure a casa per eseguire i normali calcoli. Le dimensioni possono variare, come pure la dimensione dei tasti e quella delle cifre visualizzati sul display, il quale è solitamente inclinato verso l’utilizzatore per una migliore lettura. Le funzionalità disponibili sono simili a quelle di una calcolatrice tascabile, a cui si aggiunge spesso la presenza di una o più memorie temporanee. L’alimentazione può essere a batterie oppure a energia solare.

Calcolatrici scientifiche

Sono le calcolatrici utilizzate dagli studenti delle scuole medie superiori, dagli universitari, dai docenti di ogni grado e dai professionisti che hanno necessità di eseguire calcoli di una certa complessità. Queste calcolatrici dispongono di funzioni matematiche avanzate (funzioni trigonometriche, radici, logaritmi ed esponenziali, calcoli finanziari e statistici e altro ancora) e includono anche le calcolatrici programmabili (in grado di eseguire particolari algoritmi di calcoli memorizzati sul dispositivo) e le calcolatrici grafiche (in grado di visualizzare il grafico di una funzione matematica oppure una tabella).

Calcolatrici scriventi

Note anche come calcolatrici stampanti, sono utilizzate soprattutto negli uffici e da chi ha necessità di produrre un rapporto stampato relativo alle operazioni di calcolo eseguite. Questi modelli hanno solitamente delle dimensioni medio-grandi e dispongono di un opportuno rotolo di carta sul quale viene prodotta la stampa. A causa del consumo non trascurabile, vengono tipicamente alimentate direttamente dalla rete elettrica oppure tramite un adattatore di rete fornito dal produttore. Le funzionalità disponibili variano a seconda del modello: si passa dalle versioni base (con funzionalità analoghe a quelle di una normale calcolatrice da tavolo), alle versioni più avanzate con funzionalità professionali legate alle specifiche esigenze di un ufficio (contabilità, paghe e contributi) o di un’attività commerciale (calcolo dell’IVA, conversione tra valute, e altro ancora).