Confortante andamento del mercato europeo dei furgoni a Giugno 2010

A partire da settembre 2008, data del fallimento della Banca Lehman Brothers che ha segnato l’inizio della crisi economica e finanziaria ancora in corso, le vendite dei furgoni, camion e bus hanno fatto segnare cali pesanti.
Da diversi mesi la situazione da confortanti segni di miglioramento e nel mese di Giugno 2010 in Europa le nuove immatricolazioni di veicoli commerciali leggeri fino a 3,5 T hanno segnato un aumento del 12,9% rispetto a giugno dello scorso anno, per un totale di 141.528 unità.
Tutti i principali mercati hanno registrato una crescita, che va dal +3,7% in Italia al +14,4% in Francia, +17,1% nel Regno Unito, +17,6% in Germania e il +21,5% in Spagna.
Da gennaio a giugno 2010 sono stati immatricolati 758.241 nuovi furgoni, pari a +8,0% più rispetto allo stesso periodo di un anno fa.
I mercati più importanti nel periodo sono stati Francia con +10,5%, che ha registrato il maggior numero di nuovi veicoli, seguiti da Regno Unito +15,6%, Italia +14,8%, Germania +12,1% e Spagna +24,1%.
Continua a divergere l’andamento del mercato fra i 10 paesi dell’ex blocco sovietico e i 15 paesi dell’Europa Occidentale, con i primi in calo del 7,7% nel mese di giugno e del 33,9% nel semestre, e i secondi in aumento del 14,4% a giugno e del 11,9% nel semestre.
Anche i Paesi EFTA, cioè Svizzera, Norvegia e Islanda segnano un +19,8% a giugno e + 19,3% nel semestre.
Da segnalare che anche i comparti dei camion sopra i 3,5 T e dei bus segnano variazioni positive per la prima volta dall’inizio della crisi economica e finanziaria.
Un appunto riguarda le vendite nei paesi dell’Est Europa: le immatricolazioni oggetto delle statistiche riguardano esclusivamente i veicoli nuovi, mentre all’Est il mercato dell’usato è molto più importante rispetto a quanto avviene nei paesi occidentale. E’ quindi molto probabile che il calo delle vendite dei veicoli nuovi corrisponda in parte a maggiori acquisti di mezzi usati.
Il mercato degli allestimenti per furgoni tende a seguire l’andamento del mercato dei veicoli. Il gruppo Syncro System, fra i protagonisti del settore in Italia ed Europa, prevede di chiudere il 2010 con un notevole aumento delle vendite.