Le strategie del calcio italiano

Reina

in vista dei risultati del campionato italiano molte squadre stanno iniziando già le strategie per rivoluzionare la loro situazione nella classifica. Per fare un nome la Lazio calcio mercato deludente che ha fatto vedere le sue lacune offensive già dalle prime partite per non parlare del derby perso 3-0 contro i giallorossi di Totti. Un club che non deve preoccuparsi di troppi aggiustamenti a gennaio è senza dubbio il Napoli, calcio notizie direbbero che c’è senza dubbio qualche crisi vista l’ultima disfatta contro la Juventus, ma il problema in questo caso è più imputabile ad una squadra che ha battuto il Chelsea campione d’Europa e che con le pedine della sua rosa riesce a trovare un equilibrio in campo che li permette di scomporsi nella fase offensiva senza abbandonare la fase di filtraggio utile per la difesa a 3 utilizzata da Antonio Conte. Le ultimissime del calcio napoli sembrano puntare ad un nuovo portiere perché dopo l’addio di de Sanctis non vedono una grande fiducia in Reina che partita dopo partita sembra legarsi sempre più alla squadra e allo spirito napoletano anche se i tifosi sono ancora molto diffidenti.

La Lega Pro come fucina di giovani campioni

Il debutto della Lega Pro porta con se argomenti d’interesse per la prossima stagione del vecchio campionato di Serie C: ce la faranno le big di categoria a tornare ai fasti di un tempo, nella Serie cadetta in cui alcune di queste squadra mancano da tempo immemore? Pensiamo al Lecce, grande squadra di tempo addietro, retrocessa a causa di illeciti sportivi nella terza serie, cadendo direttamente dal paradiso Serie A, che quest’anno mira a rialzare subito la testa, cercando la promozione diretta o un posto Playoff. Poi ci sono Avellino e Cremonese, grandi protagoniste in Serie A nei primi anni del 90, e adesso costrette a rincorrere la cadetteria. Il calcio italiano in tempo reale vede queste squadre favorite: ovviamente non bisogna dimenticare, nelle vostre scommesse sulla Lega Pro, anche quelle squadre come Nocerina, Catanzaro e Benevento, che ogni anno sfiorano la promozione senza successo, contraddistinte da una voglia matta di tornare in auge, nella categoria cadetta che è obiettivo finale di molte squadre di Serie C. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per un campionato avvincente: inoltre, con l’insieme delle rose basato più che altro su giocatori giovani, provenienti dalle migliori primavere italiane, il campionato di Lega Pro si ripropone come fucina di nuovi talenti italiani, capaci di giocare sui palcoscenici della Serie A e B negli anni a venire. In questo periodo di crisi, in cui anche le big faticano, guardare alla serie inferiori in cerca di affari potrebbe essere la soluzione.

Tennis e Olimpiadi: il ritorno a Wimbledon

I Giochi Olimpici quest’anno significano anche grande tennis: infatti le quote Olimpiadi 2012 salgono vertiginosamente alle stelle quando si comincia a parlare di Wimbledon Bis. Infatti quest’anno, visto che la grande kermesse avrà luogo a Londra, il calendario del tennis mondiale prevede due tornei sull’erba più conosciuta al mondo: a meno di un mese di distanza avrà luogo quello che può considerarsi come il quinto slam della stagione. Meno di un mese fa sui campi londinesi ha trionfato un habitué: per la settima volta King Roger ha conquistato il titolo di Wimbledon, pareggiando così il record storico del mitico Pete Sampras e riprendendosi la vetta della classifica ATP. Insomma, un’annata da incorniciare per quello che, ormai, è considerato da tutti uno dei migliori di sempre nell’olimpo del tennis, a pari di leggende come Borg, McEnroe e lo stesso Sampras. Lo svizzero è quindi favorito d’obbligo per questo torneo: gli avversari, i soliti noti Djokovic e Nadal, sembrano in uno stato di forma non ottimale rispetto all’elvetico che ha riscoperto, di colpo, una seconda giovinezza. L’unico che forse potrebbe dare gatte da pelare al Re del tennis è quell’Andy Murray che ha lottato per 4 set nella finale di Londra: contro Federer, lo scozzese ha mostrato ottime cose, giocando un tennis efficace e spettacolare, arrendendosi come detto solo alla classe sopraffina del talento di Basilea. Chissà allora che questa volta Murray non possa prendersi la rivincita, spinto da tutta una nazione riunita, per questa volta, sotto l’egida dell’Union Jack: noi lo speriamo per Andy, che merita grandi traguardi. Ma ovviamente tutti i pronostici sul tennis sono a favore della classe di Roger: forse Federer riuscirà ad aggiungere finalmente l’unico tassello che manca al suo palmares da sogno.

Ci siamo quasi: Londra 2012 alle porte

I Giochi Olimpici sono di solito il contesto perfetto per testare, sul piano sportivo e non solo, la salute di una nazione: tutti i movimenti sportivi coinvolti, si può guardare al modo in cui le federazioni sportive nazionali fanno evolvere i propri giovani. In questo contesto l’Italia si trova un po’ indietro rispetto a nazioni che investono molto nello sport: su strutture, palestre e varie gli investimenti statali sono in netto calo, a causa anche della crisi economica attuale.

Comunque non c’è da disperare: come al solito si sopperisce alla mancanza di mezzi col talento e l’esperienza, che certo in Italia non mancano. I pronostici sulle Olimpiadi 2012, per quanto riguarda gli azzurri, ci vedono favoriti in molte discipline: facciamo una panoramica!

Allora si potrebbe partire dal nuoto: Pellegrini, Filippi, Magnini, Scozzoli, Marin e Chiara Boggiatto hanno tutti ottime possibilità di andare a medaglia. Storicamente gli azzurri del nuoto non hanno mai deluso: chissà che non si possano ripetere le grandi prestazioni di Sidney 2000. Restando in acqua, come non citare il Setterosa e il Settebello: la pallanuoto ci vede sempre protagonisti alle Olimpiadi.

Continuando, il tennis potrebbe regalarci sorprese: ottime chances le abbiamo grazie alla coppia Vinci-Errani, una delle migliori per quanto riguarda il doppio in gonnella. Assenti illustri nel calcio, ci consoliamo con la pallavolo, in cui ci presentiamo con ottime squadre sia in campo femminile che maschile. Altra assenza illustre è quella della selezione italiana nel basket maschile: speriamo di rifarci ai prossimi Europei. Ultima, è forse miglior fucina degli allori italiani, è la scherma, dove storicamente dominiamo.

Prospettive rosee insomma: il calendario di Londra 2012 Olimpiade prevede l’inizio delle competizione tra due settimane. C’è d’avere fiducia nei colori azzurri. Speriamo di battere il record di Roma ’60, che ci vide portare a casa 36 medaglie: che sia questa la volta buona? Noi ce lo auguriamo.

Gruppi B e C: una due giorni di grande calcio

Tra il 13 e il 14 giugno il programma degli Europei presenta partite davvero interessanti: si comincia di mercoledì, alle 18, con l’interessante scontro tra Danimarca e Portogallo; a seguire, nel gruppo B, si continuerà con il big match Olanda Germania, di scena alle 20 45. Giovedì 14, alle 18, Italia Croazia, partita che c’interessa da vicino; per finire, alle 20 45, Spagna Irlanda, con i verdi del Trap alle prese con le furie rosse.

Le scommesse Danimarca Portogallo non sono facili: le due formazioni si sono già incontrate nella fase di qualificazione di questo Europeo, con esito favorevole all’undici di Morten Olsen. La Darnimarca, sorpresa della prima giornata di questo Europeo con la vittoria sui favoritissimi olandesi, era considerata con la vittima sacrificale del Gruppo B: ora, dall’alto dei suoi 3 punti, se uscisse indenne da questa partita contro i lusitani, avrebbe anche discrete possibilità di qualificazione. Di contro il Portogallo deve vincere: per Cristiano Ronaldo e soci è l’ultima spiaggia, dopo la sconfitta rimediata contro la Germania. In caso di pareggio l’eliminazione sarebbe quasi cosa certa.

A seguire, dunque, un grande classico del calcio mondiale: Olanda e Germania certo non aspettavano di incontrarsi così presto durante questo Europeo, essendo universalmente considerate due delle favorite per la vittoria finale. E certo l’Olanda non si aspettava di trovarsi di fronte ad una partita dentro o fuori: la sconfitta con la Danimarca è stata pesantissima, e se gli Oranges vogliono continuare il cammino a questo Euro 2012 devono, per forza di cose, battere la Germania di Low, cosa certamente non facile.

Invece, per quanto riguarda il gruppo C, la seconda giornata prevede un’Italia Croazia, alle 18, dalla quale dipende il futuro degli azzurri a questi Europei. Gli uomini Prandelli devono vincere: la Croazia si trova attualmente al primo posto nel girone, e anche un pareggio la metterebbe in una posizione avvantaggiosa per la qualificazione finale. Difficile dire chi la spunterà: le scommesse su Italia Croazia del 14 giugno sono, come non mai, aperte ad ogni risultato.

Per finire in bellezza alle 20 45 si sfidano due squadre agli antipodi: la Spagna dei campionissimi di Barça e Real, la Spagna dal possesso palla e dalla tecnica sopraffina, contro l’Irlanda del Trap, brava a contrastare, forte sotto il piano fisico e che agisce in contropiede. Per i verdi dell’isola di smeraldo l’impresa impossibile di vincere contro la favorita numero 1 alla vittoria finale in questo Europeo. Se vogliono avere una possibilità di qualificazione, gli irlandesi devono per forza di cose battere gli iberici e giocarsela, all’ultima giornata, con l’Italia.

Ci aspetta dunque una due giorni fatta di grandi match e momenti intensi: speriamo che gli azzurri sappiano farsi valere!

Europei 2012 in diretta a casa degli italiani

Con le partite che sono finalmente cominciate, cresce la voglia degli utenti di seguire lo streaming degli Europei di calcio. La voglia matta di pallone sul web non si limita solo ai più giovani: da una recente ricerca condotta da un eminente collegio britannico, un adulto su tre sarebbe capace, ormai, di usufruire di tutti i mezzi, per la visualizzazione di contenuti media online, presenti nel mondo informatico. Un bel passo avanti verso l’alfabetizzazione computeristica del genere umano, che vede come non mai il web e il calcolatore diventare un prolungamento della propria coscienza, uno strumento per esaudire desideri, alcune volte addirittura crearne dei nuovi. Interessante quindi che, la diretta Europei calcio, le notizie e le attualità, passino sempre di più nelle case degli italiani tramite web, rispetto al più canonico mezzo televisivo. Mai come quest’anno, dunque, gli Europei saranno una manifestazione globale, che investirà l’universo dell’informazione da tutte le prospettive prossibili: un vero fenomeno globale, che vede il World Wide Web nella ruolo del padrone indiscusso. Allora non ci resta che godere dei benefici della modernizzazione, gustandoci questi Euro 2012 con il mezzo che più ci aggrada: sotto l’ombrellone col nostro Pc, davanti alla Tv sul nostro divano e, per i più romantici, con la vecchia cara radio che, ogni tanto, batte ancora i grandi mostri mediatici della nostra era.

La Diretta Serie A su Wincomparator

Trascorso un terzo del Campionato, inizia a farsi più chiara la situazione in Serie A. Il gruppo delle reali pretendenti allo Scudetto è già stato scremato di una concorrente di blasone come l’Inter (recuperare 15 punti alla Juventus sarà difficile, soprattutto se l’emorragia dovesse continuare prima di Natale) e di un’aspirante come la Roma (ancora persa nei meandri del progetto Luis Enrique, che non sta riuscendo ad abbinare l’educazione al calcio con l’urgenza dei risultati).

La diretta Serie A delle prossime giornate offrirà a queste squadre la possibilità di rilanciarsi, ma per Inter e Roma l’obiettivo dello Scudetto pare già sfumato. Restano in corsa Lazio e Udinese, anche se la squadra di Reja non dispone obiettivamente di una rosa attrezzata per vincere un campionato. E avanzando in Europa League è costretta a disperdere qualche stilla di energia, che potrebbe altrimenti tornare utile nelle gare di Campionato.

Stesso discorso potrebbe valere per l’Udinese. La rosa non è assolutamente paragonabile a quelle di Juve e Milan: per quanto ricco di giovani virgulti e impreziosito da un longevo campione come Di Natale, il roster friulano manca dell’esperienza e della “profondità” necessaria per ambire davvero alla conquista di un titolo.

Restano dunque Juventus e Milan. E queste due dovrebbero essere le squadre che si contenderanno il titolo fino alla fine. Su Wincomparator potrai seguire fino all’ultima giornata il loro cammino, e assicurarti il bonus Match Point per puntare sulle partite che le vedranno coinvolte. Da qui a maggio, la strada è ancora molto molto lunga.

Delio Rossi – Fiorentina: si può fare

La quarta sconfitta della stagione (la terza su cinque trasferte), ma soprattutto la prova incolore contro un modesto seppur volenteroso Chievo, parrebbero aver convinto la dirigenza gigliata a compiere il passo che più di mezza Firenze chiede: l’esonero di Sinisa Mihajlovic.

L’avventura del tecnico serbo sulla panchina viola dovrebbe aver raggiunto il capolinea, dopo che i proclami sulla stagione del rilancio si sono scontrati ancora una volta col riscontro del campo. Prove intrise di mediocrità e assenza di un’impronta di gioco: la stagione e mezzo di Mihajlovic sulla panchina della Fiorentina si è ridotta a questo, in fin dei conti. Fuori dal campo, si è tradotta in un progressivo disamoramento dei tifosi.

Pensare che – dopo il pareggio a Napoli – c’era già chi parlava di “blindatura del contratto” per Sinisa. Ora, i pronostici Serie A e il toto-allenatore parlano di Delio Rossi in viaggio per Firenze, anzi no, potrebbe esserci un rilancio in grande stile del “progetto” e la chiamata di Ancelotti. Oppure Donadoni, tecnico capace e dall’aria mite, un Prandelli in erba, insomma…

La sosta, in ogni caso, cade a puntino, e offre un po’ più di agio per preparare l’immediato futuro. A Firenze c’è voglia di un tecnico che sappia far giocare a calcio la squadra, e che sappia ridarle un’anima. Non c’è nessuna voglia di esercitarsi nei pronostici Serie B, o nella lotta per non retrocedere.

E allora, che sia Delio Rossi, che sia Ancelotti, che sia Donadoni, oppure Delneri (per quanto non troppo ben visto in riva all’Arno), l’importante è che arrivi un maestro di calcio.

Il Torino tenta l’allungo in Serie B

Dopo qualche anno di attesa, il colore granata (quello glorioso del Toro) potrebbe tornare a splendere sui campi della Serie A. Dieci turni dopo l’inizio del campionato cadetto, il Toro di Giampiero Ventura sta conducendo il gruppo e imponendo un ritmo di ferro. Complice la caduta del Padova in casa del Varese, i granata hanno rinsaldato il loro primo posto in classifica generale, e hanno aumentato a 6 punti il vantaggio sulle altre dirette concorrenti (Padova, e Sassuolo).

La città di Torino e il tifo granata aspettano a gloria il ritorno in A della loro squadra. E questo potrebbe essere davvero l’anno buono. Il successo centrato a Genova, sul campo della Samp allenata da Atzori, parrebbe aver innescato, nei calciatori a disposizione di Ventura, una scintilla di fiducia e un moto sicurezza nei loro mezzi.

Quello che ha impressionato di più fino a questo momento è in ogni caso il rendimento lontano da casa della squadra di Ventura, che è stata capace di centrare cinque vittorie su 5, con dieci reti all’attivo e solo 4 al passivo. La diretta Serie B del prossimo turno (in programma questo week-end) propone il Torino ancora in trasferta, sul campo del Gubbio, nel posticipo del lunedì.

L’incontro tra Torino e Gubbio, che sarà tutto da seguire questo lunedì sera in diretta calcio, sarà anche l’occasione di un incrocio tra due storie, e due grandi signori della panchina. Sulla panchina del Gubbio, infatti, si è insediato in queste ore Gigi Simoni, vecchia conoscenza del calcio italiano, convinto dalla dirigenza a vestire di nuovo i panni dell’allenatore, dopo che il ben più giovane Fabio Pecchia era stato esonerato. Con i suoi 72 anni, Simoni rappresenta un caso in controtendenza rispetto all’ondata giovanilistica che impera soprattutto per quanto concerne le panchine di calcio. Quando i risultati non arrivano, però, si è sempre in tempo a ripiegare sull’usato sicuro

Sponsorizzazione di Marco Turcatti ad opera di Notiziemotori.it

Notiziemotori.it conosciuto portale del mondo dei motori, è lieto di presentare la sponsorizzazione di Marco Turcatti, pilota avventuroso italiano che con la sua BMW GS adventure 2010 vuole visitare la Mongolia e la Siberia.

L’avventura è semplice, almeno sulla carta, infatti l’obiettivo è quello di conoscere nuove culture e nuovi popoli, nuovi cibi e nuovi paesaggi, partendo dall’Italia e arrivando fino alla Mongolia, passando per tutta l’Europa dell’est e la Russia.

Per il ritorno invece, Marco visiterà la siberia, le repubbliche baltiche europee, per poi dirigersi a sud, attraversare tutto il centro Europa e ritornare in Italia.

Oltre all’avventura sportiva e cultura, questo viaggio è utile per scoprire l’affidabilità del nuovo impianto frenante sviluppato e progettato dalla ditta italiana Technobike.

Per tenersi sempre aggiornati con gli ultimi commenti e pensieri di Marco Turcatti, direttamente nel portale NotizieMotori.it è visionabile il diario di viaggio insieme alla mappa interattiva del percorso.