Scegliere i pennarelli per la scuola elementare

All’inizio dell’anno scolastico i piccoli allievi sono chiamati a presentarsi a scuola con un corredo completo di materiale didattico. Quali sono i migliori pennarelli per la scuola elementare?

L’importanza dei colori nella didattica

I bimbi delle elementari, soprattutto nei primi anni, entrano in un mondo nuovo dell’apprendimento. Il passaggio didattico, anche secondo i programmi ministeriali, prevede che l’insegnamento passi anche attraverso il disegno, per non rendere troppo brusco il salto dalla scuola materna alla primaria. Molto spesso le ore di lezione sono intercalate da momenti liberi, in cui i piccoli alunni possono riposare la mente, lasciar calare il livello di attenzione e dedicarsi all’arte. Inoltre, la maggior parte dei metodi di insegnamento prevede l’accostamento di concetti ai colori, per facilitare l’apprendimento stimolando la memoria visiva, che è quella predominante nei ragazzini in età scolare.

I pennarelli a punta grossa

Soprattutto per i primi anni delle elementari è importante che i bambini possano disporre ancora di pennarelli a punta grossa, tipici della scuola dell’infanzia. A 6/7 anni non hanno ancora la manualità adatta ed abituata a tenere correttamente in mano la penna e, almeno nel disegno libero, è giusto che si divertano sentendosi a proprio agio e manovrando agilmente strumenti che conoscono bene. La maggior parte delle maestre, comunque, non li fa usare spesso quindi basterà acquistarne una confezione piccola, magari da 12, di buona qualità, in modo che durino per tutto l’anno. È consigliabile che siano lavabili, così da poter risolvere facilmente eventuali incidenti tipo vestiti macchiati, astucci sporchi perché il bimbo ripone i pennarelli senza curarsi di chiuderli bene col tappo o manine ridotte come tavolozze.

I pennarelli a punta sottile

I pennarelli a punta sottile sono, invece, veri e propri strumenti didattici richiesti dalle maestre. Li useranno per sottolineare concetti, per distinguere le decine dalle unità, per scrivere i titoli delle lezioni più importanti e, di solito, ogni materia utilizza un colore specifico. È quindi consigliabile investire qualche euro in più nell’acquisto di questa tipologia di pennarelli, scegliendo una marca di qualità e comprando una scatola con tanti pezzi, in modo che ci sia ampia scelta di colori. Il pennarello perfetto per i bambini deve essere resistente: fin troppo spesso, dopo pochi utilizzi, la punta si piega, si rompe o rientra, costringendo la mamma a ricomprare un’intera confezione per un solo colore fondamentale o a fare il giro delle cartolerie per trovare il pennarello singolo di quella specifica tinta. È bene evitare, quindi, sottomarche di dubbia qualità, ingolositi da un risparmio di qualche euro perché a volte vale il detto “chi più spende meno spende”.

Lascia un commento