L’aspirapolvere per gli allergici

Aspirapolvere antiacaro

Fra le allergie che sempre più spesso interessano la nostra popolazione, la più frequente è quella per gli acari della polvere. Fra gli esseri più antichi comparsi sulla terra, la cui origine si fa risalire a circa trecento milioni di anni fa’, gli acari hanno colonizzato molti ambienti naturali e nelle nostre abitazioni hanno trovato il loro habitat ideale. Proliferano soprattutto nelle camere da letto dove essi trovano le condizioni ottimali di luce, temperatura e soprattutto umidità. Liberarsi completamente di loro è impossibile, ma possiamo ridurne significativamente la presenza grazie a delle misure di prevenzione e strumenti, come l’aspirapolvere antiacaro.

 

Prevenire le allergie: l’aspirapolvere anticaro.

E’ buona norma, soprattutto se in casa si sono soggetti allergici, sgombrare il più possibile gli spazi in modo da evitare angolini dove la polvere possa accumularsi indisturbata. Libri, ninnoli e oggetti, come i peluche, veri raccogli-polvere, dovrebbero essere riposti in armadi, vetrine o cassettiere. Poiché gli acari rifuggono la luce e amano l’umidità, bisognerebbe aprire le finestre e permettere alla luce del sole di entrare nelle stanze con frequenza giornaliera, in modo da disperdere anche l’umidità accumulata. Per la stessa ragione è buona norma arieggiare copri-materassi, coperte, copri-divani e, più frequentemente possibile, i materassi. La biancheria da letto deve essere lavata ogni settimana alla temperatura minima di 60 °C. Sarebbe meglio scegliere le tende in tessuti leggeri, da poter lavare in acqua con frequenza, mentre tappeti e moquette devono essere trattati ogni giorno con l’aspirapolvere antiacaro per stare tranquilli.

 

Come funziona l’aspirapolvere antiacaro

Qual’è la differenza fra un comune aspirapolvere e l’aspirapolvere antiacaro? E’ presto detto: in tutti e due l’aria viene aspirata e depurata dalle particelle solide che vanno ad accumularsi nel sacchetto o contenitore. Tuttavia il filtro dei normali aspirapolvere non riesce a trattenere le particelle più piccole, fra cui si trovano germi e allergeni, che vengono rimesse in circolo. L’aspirapolvere antiacaro, invece, è provvisto dei filtri HEPA, facenti parte della categoria dei filtri assoluti, che riescono a intercettare fino al 99% di particolato, bloccando e intrappolando le microparticelle potenzialmente nocive per la salute.

 

Tipi di aspirapolvere antiacaro e prezzi

Fra le tipologie diverse di aspirapolvere antiacaro, hanno maggiore rilevanza gli aspirapolvere a carrello, adatti alle grandi pulizie e strutturalmente in grado di raggiungere gli spazi più ristretti sotto i mobili; le pratiche scope elettriche, perfette per le pulizie rapide giornaliere; i robot aspirapolvere che fanno tutto da soli, quando manca il tempo o la voglia. Tutti i tipi di aspirapolvere antiacaro sono proposti in diverse fasce di prezzo, in modo da essere accessibili a ogni tasca.

Lascia un commento