Costituzione di società all’estero

Molte grandi aziende come le multinazionali oggi usufruiscono della costituzione di società estere in paesi cosiddetti paradisi fiscali, per potere avere meno tasse e una giurisdizione meno pressante, rispetto ai paesi di origine, per cui i prodotti e il ricavato delle vendite ritornano alla sede in un paese straniero dove le tassazioni sono minime, permettendo così alle aziende in questione di guadagnare molto d più che se fossero nel loro paese di origine.
Questa è detta elusione fiscale, ed è anche contro questa che molti paesi europei dopo il G20 hanno deciso di combatterla con misure che possano aumentare la trasparenza e lo scambio di dati tra vari paesi detti paradisi fiscali e i paesi di origine.
Questo avviene ad esempio da quest’anno tra la Svizzera e l’Italia, per  i correntisti esteri che non hanno residenza in Svizzera.

La costituzione di società estere avviene di pari passo con l’apertura anche di conti correnti esteri dove fare ovviamente confluire il denaro ricavato dalle proprie attività. In molti paesi però questo facilita anche il riciclaggio di denaro che proviene da attività illecite ed è anche contro queste eventualità che i paesi europei si stanno battendo.
Anche numerose associazioni no profit come l’Oxfam combatte contro corruzione e elusione fiscale perchè considera tali attività come una parte della causa dell’impoverimento dei paesi poveri o dei paesi di origine.

In ogni caso moltissime aziende realizzano una costituzione di società estere, con sede in paradisi fiscali e questo succede non solamente per l’Europa dove peraltro esistono paesi con basse tassazioni e agevolazioni fiscali nel cuore della stessa come il Lussemburgo o i Paesi Bassi, Inghilterra o Irlanda, ma anche in America, basti pensare al Delaware, un paese con bassa fiscalità proprio vicino agli Stati uniti.

Inoltre è anche abbastanza semplice fondare società estere in tali paesi, si può fare anche online da soli o tramite agenti finanziari specializzati in tale settore per avere un appoggio fisico nel paese scelto, dove fissare una sede, un indirizzo o aprire una partita iva. Anche aprire un conto corrente in banche estere è semplice in molti paesi.

Lascia un commento