Come aprire un conto corrente in Inghilterra

Perchè aprire un conto corrente in Inghilterra

Per chi va a vivere all’estero in Uk, aprire un conto corrente in Inghilterra è essenziale: verrà chiesto infatti dal datore di lavoro di pagare il tuo stipendio. Quello che serve tuttavia, è scegliere la banca inglese: come scegliere tra HSBC, Bank of England o Barclays Bank, e ancora Royal Bank of Scotland, Lloyds TSB?

Aprire un conto bancario in Inghilterra a distanza

Come futuro espatriato o come correntista estero nel Regno Unito, il modo più semplice e veloce è quello di aprire un conto corrente in Inghilterra dal proprio paese d’origine: la maggior parte delle istituzioni finanziarie offre questo servizio.
È pagato o offerto gratuitamente alle categorie di clienti “premium” o “plus” o “super”, a seconda delle banche.

Aprire un conto corrente in Inghilterra è comunque facile e veloce, ma richiedere i diversi metodi di pagamento può richiedere del tempo, soprattutto per i nuovi espatriati: la banca non vi conosce, e non concede immediatamente assegni, carte di debito e ancora meno carte di credito, se non sono sicuri della proveneinza del denaro o se non si aspettano un flusso di cassa regolare e gestione contabile “normale”.

Se, nonostante tutto, arrivi sul suolo britannico senza un conto bancario, l’apertura sul posto non sarà più veloce. In particolare, ottenere una carta di credito è abbastanza lento e complicato.

Documenti per l’apertura di un conto corrente in inghilttera

un documento di identificazione (di solito il passaporto)

un attestato di residenza come una bolletta dell’acqua o elettricità (“bolletta”). È questo ultimo documento che spesso pone dei problemi: venendo a vivere dall’esteroe, non avrai subito una bolletta dell’acqua o dell’elettricità a tuo nome. Ricordarsi di aprire le utenze di acqua / telefono / televisione, ecc.,il prima possibile e chiedere una dichiarazione di emergenza o una fattura.

copie degli estratti conto bancari degli ultimi sei mesi (questi documenti non sono sempre richiesti).

certificato di un fideiussore (di solito richiesto). Questa è una sorta di “testimone del buon carattere”, che deve aver vissuto nel Regno Unito per diversi anni e che certifica di essere qualcuno rispettabile. Se arrivi sul suolo britannico mentre lavori, il garante di solito sarà il tuo capo o un rappresentante della compagnia, che sarà anche in grado di dare un’indicazione del tuo stipendio annuale.

lettera di referenza (in inglese) dalla tua banca nel tuo paese di origine. Questo documento non è obbligatorio ma può velocizzare le cose, soprattutto quando si tratta di ottenere una carta di credito. Chiedete alla vostra banca di indicare le vostre informazioni bancarie: data di apertura del vostro conto, saldo corrente, saldo medio durante l’anno, esistenza o meno di scoperti di conto.

Lascia un commento