I box in legno da mettere in giardino

Box inteso come garage, bungalow in stile per un campeggio, casetta giochi esterna la casa per pomeriggi indimenticabili o ‘orangerie’ nella quale accudire e riparare piante o offrire un tè agli amici: i box in legno sono sempre più apprezzati da un vasto pubblico.

Una casetta dalle mille opportunità

Per tutti coloro che nel proprio terreno di proprietà, sia esso giardino coltivato o cortile, oppure per le proprietà condivise in strutture come condomini, il box in legno rappresenta un’importante opportunità di razionalizzazione dello spazio esterno offrendosi come casetta multi-tasking e adatta a diverse soluzioni d’impiego.
Una delle più diffuse è il garage: le diverse metrature e volumi offerte dal commercio, consentono autorimesse prefabbricate in legno con diversi volumi, quindi adattabili a macchine dalla lunghezza più o meno importante.
Ovviamente la superficie, espressa in metri quadri, determina il costo che comunque è sempre ghiotto in un rapporto qualità/prezzo invidiabile.
Ma il box in legno da giardino è anche altro e solo la fantasia può frenare la possibilità di concedersi una struttura davvero funzionale e gestibile con diversi indirizzi d’impiego.
Una casa giochi esterna per i vostri figli, ad esempio, casa nella quale giocare lasciando alla cameretta la funzione di stanza del riposo e dello studio, ma il box in legno è anche ideale per organizzare le festicciole all’aperto con gli amichetti dei vostri figli così come con i vostri amici più cari.
Immaginarla come punto logistico esterno durante la preparazione di un barbecue, così come laboratorio delle idee, dell’hobby, sono questi solo alcuni delle tante occasioni riservate da questo articolo.

Decorarla con fantasia

Il legno, si sa, è bello, soprattutto naturale. I box in legno da giardino solitamente prevedono essenze di conifere tra le più diffuse come abete, larice, pino, essenze ideali per stare all’aperto, la cui manutenzione nel tempo è davvero semplice.
Ma con un tocco di fantasia, proprio per la versatilità del legno come materia prima, queste casette possono essere personalizzate nelle tinte esterne, armonizzandole con il contesto ambientale ed abitativo, il tutto condito con grande estro creativo, uno dei fondamenti dell’hobbystica, la fantasia senza limiti.

Un materiale ecologico

Alcuni potrebbero pensare che il legno utilizzato sia frutto di una deforestazione, tra le maggiori cause del declino ambientale del pianeta, selvaggia e incontrollata.
Così non è.
Il materiale, i tronchi destinati alla costruzione di box in legno da giardino prefabbricati, quasi sempre provengono dai ‘regni’ della silvicultura, paesi che da decenni applicano principi di selezione nel taglio degli alberi, di successivo re-impianto delle piante tagliate, della selezione seria e controllata dei tagli per non alterare i delicati ecosistemi nordici (spesso il legno dei box prefabbricati proviene dalla Scandinavia).
In questo spirito eco-friendly i box in legno da giardino sono anche un’opportunità morale oltreché pratica e di grande gusto nell’arredo ‘outdoor’.

Comode casette in legno per il giardino

Le casette in legno per il giardino son un tipo di struttura comoda che riesce a garantire la possibilità di raggiungere degli obiettivi unici sotto ogni aspetto.
Vediamo ora tutto quello che riguarda queste particolari strutture.

Le casette in legno e la comodità

Sostenere che le casette in legno sono comode sembra essere un tipo di informazione che, però, non riesce ad essere completa al cento per cento.
Bisogna cercare di capire il perché le casette da giardino di legno riescono ad essere così comode ed il perché queste vengono apprezzate in questo modo.
Queste strutture sono realizzare e arredate in modo tale che queste possano essere in grado di ospitare perfettamente una persona e garantisca alla stessa la concreta opportunità di poter stare bene mentre si trova al suo interno o comunque ne fa un utilizzo differente da quello abitativo.
La comodità deve quindi essere analizzata con grande attenzione in modo tale che si possa avere un tipo di panoramica generale su tale struttura.

Perché sono comode

La comodità delle casette da giardino in legno deriva dal fatto che le stesse sono in grado di offrire non pochi vantaggi a coloro che andranno ad utilizzarle.
Basti pensare al fatto che queste piccole strutture sono dotate di ampi spazi che possono essere strutturati in maniera unica sotto ogni punto di vista, permettendo quindi ad una persona di poterne fare l’utilizzo che ritengono sia maggiormente congruo alle proprie necessita.
Le casette da giardino di legno offrono dunque la possibilità di poter stare comodi in quella struttura stessa ed allo stesso punto consentono di inserire mensole ed altri tipi di articoli che consentono la corretta suddivisione della struttura stessa.
Pertanto si tratta di particolari realizzazioni che necessitano di essere studiate con grande precisione e che offrono la concreta opportunità, ad una persona, di trarre un vantaggio unico nel momento in cui queste vengono installate nel giardino di casa propria.
Con tali strutture il successo non verrà mai a mancare e sarà una costante che verrà apprezzata al massimo.

Come si seleziona la casetta

Queste particolari strutture devono essere selezionate in maniera attenta prendendo in considerazione il tipo di materiale che le costituisce, ovvero la qualità del legno, la dimensione e soprattutto la resistenza.
In questo modo si avrà l’opportunità di ottenere il massimo livello di comodità dalle casetta da giardino di legno, che potranno essere sfruttate come semplice appartamento extra oppure come strumento che consente a tutti gli effetti di poter conservare determinati oggetti oppure altri utilizzi che sono precisi ed offrono il massimo livello di soddisfazione finale.

La casa in legno per il giardino

Non solo rimessa: una casetta in legno in giardino può ricoprire diversi indirizzi d’uso, una soluzione pratica, economica, di grande impatto architettonico, dal costo abbordabile e soprattutto praticissima

Una casetta, tante opportunità

La diffusione delle casette per giardino non è assolutamente casuale: diversi fattori concorrono ed hanno accresciuto anno dopo anno i favori del pubblico nell’acquistare queste pratiche soluzioni destinate all’outdoor, giardini e cortili in abitazioni private su tutto.
Le case per giardini sono anche destinate a spazi pubblici e comuni come campeggi, aree ludiche nei parchi, ritrovi associativi all’interno di strutture in cui basta una semplice casa per giardino come centro di ritrovo all’aperto rivolto a diversi indirizzi di attività sportive o ricreative.
La funzionalità della casa per giardino, soprattutto in legno, accresce anno dopo anno il numero dei propri estimatori anche grazie, e soprattutto, per l’altissimo rapporto qualità/prezzo di una struttura comoda, pratica, perfettamente in grado di armonizzarsi in ogni contesto grazie all’estrema opportunità del legno di essere base per tante idee.

Una casa base per mille evoluzioni

Naturale e rivestito da semplice copale protettivo per ricordare le piccole, graziose baite alpine, oppure ridipinta con colori vivaci e differenziati nel tetto, nelle finestre, nelle porte se sarà destinata a casetta esterna di gioco per i propri figli, oppure verniciata con colori in grado di richiamare la struttura principale, la casa di proprietà nella quale la casa per giardino è destinata, questo pratico prefabbricato ha numerose ed innumerevoli possibilità di utilizzo, sia essa voluta come casa per giochi, ritrovo per associazioni, rimessa per auto o per l’hobby fuori casa. La casa per giardino sarà sempre uno spazio razionale in grado di fornire immediate risposte alle necessità individuali con costi davvero contenuti, considerando volumi, perfezione nella costruzione, nelle ferramente utilizzate, nel volume espresso.

Il legno è bello, ma la deforestazione?

Nessuna paura: le case in legno sono solitamente costruite, discorso di matrice etica che le maggiori ditte di casa per giardino hanno raccolto già da anni, con legni provenienti da foreste (soprattutto scandinave), nelle quali da decenni la riforestazione è alla base dell’economia di quei paesi.
Soprattutto abeti e pini, come il Pino di Svezia, essenze conifere di grande valore, resistenti negli anni, di facile manutenzione nel tempo, ideali anche eticamente perché provenienti proprio da quelle foreste nelle quali ciò che è tagliato è anche re-impiantato, senza devastare l’ambiente ma con prelievi in natura gestiti da esperti in ambito di forestazione e silvicultura, ambientalisti di professione, anche zoologi nello studio degli eco-sistemi locali.
Un’etica che proietta l’uomo in un futuro migliore, una casa per giardino che non determina sensi di colpa a chi la possiede ma la certezza di avere un centro perfetto per ogni attività ‘outdoor’ moralmente rispettoso del nostro meraviglioso pianeta.

Come assemblare una casetta da giardino in legno?

Le fondamenta

L’installazione di una casetta in legno da giardino richiede necessariamente che tu abbia preparato il terreno in anticipo. Infatti, una casetta da giardino deve essere costruita su un terreno piatto, stabile e resistente. Un massetto di cemento è fortemente raccomandato in questo caso come fondamenta della casetta.
Si consiglia che le sue dimensioni siano 5 cm più alte delle dimensioni esterne del capanno, ma inferiori alle dimensioni del tetto, per consentire all’acqua piovana di fuoriuscire da questo massetto e quindi non stagnare e non danneggiare le prime travi di legno del capanno da giardino. Il ristagno di acqua nelle fondamenta infatti è uno dei problemi più gravi che può comporomettere la stabilità della casetta in lengo a lungo andare.

Sistema a incastro

Le casette da giardino in legno massiccio fatte di tavole (pannelli di legno) sono assemblate in modo abbastanza semplice collegando i profili l’uno nell’altro a incastro.
Per costruirlo in primo luogo si vanno a posizionare i profili sulla parte anteriore e posteriore, quindi iniziare a incastrare i profili laterali. Ripeti il ​​processo fino che non hai terminato le travi.
Le varie scanalature della linguetta facilitano il posizionamento delle doghe. Usa un martello per posizionare le assi e limitare gli spazi tra loro.

Assicurati di seguire le istruzioni di montaggio, che ti diranno quando posizionare le porte e le finestre.

Le travi del tetto

Prima di installare il tetto, meglio controllare che tutti i telai delle porte funzionino bene e che il set sia quadrato!

Per installare il tetto, è necessario iniziare posizionando i profili laterali che sporgono nella parte anteriore e posteriore della casetta (tetto sopraelevato). Su questi 2 profili, posizionerai i 2 frontoni (anteriore e posteriore) su cui verranno fissate le travi del tetto.

A seconda della finitura della tua casetta da giardino, dovrai installare un pannello o un tetto in legno massello.
Per il montaggio di un tetto in pannelli, l’operazione è molto semplice. Inizia da un lato del tetto, posizionando i pannelli fianco a fianco e inchiodandoli saldamente a ogni incrocio con un raggio. Ripeti l’operazione con la seconda pendenza.
Per l’installazione di un tetto con listelli, è necessario identificare già la direzione di installazione di queste schede. Il più delle volte, i volti sono disegnati e profilati. La faccia arrotondata, che è la faccia decorativa, sarà visibile dall’interno del rifugio. Va posizionata a faccia in giù.
Per iniziare a inchiodare le travi, è meglio iniziare dal retro del rifugio. Posiziona e inchioda la prima tavola senza andare più a fondo della metà. Ripeti con gli altri chiodi. Ti consigliamo di lasciare uno spazio più debole (2mm) tra ogni volo. Il legno è un materiale naturale e si muove in base alle condizioni meteorologiche. In caso di pioggia, la fessura consentirà al legno di assumere una posizione normale senza disturbare la costruzione.

La comodità dell’installazione del garage in legno

Le comodità dell’installazione del garage in legno sono innumerevoli tanto che sempre più persone scelgono questa opzione per riparare i propri mezzi di trasporto. Per costruire un garage di legno servono, però, in alcuni casi, permessi comunali. Ecco tutte le informazioni utili.

Garage in legno: la legislazione

La legislazione nazionale per i garage in legno prevede la necessità di permessi a costruire nel caso essi superino una grandezza di trenta metri quadri e un’ altezza di 2,30 metri. Non conta il tetto in pergola o meno. Ogni comune, però, ha adottato regole precise e ampliato i limiti della legge nazionale. Ecco perché è sempre bene informarsi prima di optare per un garage in legno come riparo per le proprie auto, biciclette o motorini. Nonostante ciò la burocrazia è ben più snella rispetto ai box auto in cemento armato.
La base di ciascun garage è molto importante e alcuni comuni hanno imposto requisiti ben precisi. I basamenti in cemento armato oppure con autobloccanti annegati in un letto di ghiaia e sabbia sono i migliori. Lo spessore del basamento in cemento deve essere sempre costruito in base al peso del garage, della sua dimensione e dei calcoli statici dell’ingegnere autorizzato. In certe zone, infine, potrebbe essere richiesta anche una relazione sismica. La sicurezza è, in fin dei conti, la prima comodità e deve sempre venir prima di ogni altra cosa.

Garage in legno: forme e misure

I garage in legno, con tetto in pergola, offrono numerose comodità soprattutto perchè possono essere di forme e misure diverse e possono pertanto adattarsi ad ogni esigenza. Esteticamente più belli da vedere dei box in cemento armato o in lamiera, hanno la capacità di adattarsi al meglio agli spazi più ristretti. I garage in legno, cioè, possono essere di forme e misure diverse a seconda delle proprie necessità. Si adattano ai giardini più stretti sfruttando lo spazio in lunghezza piuttosto che in larghezza, ma, al contrario, possono svolgere in pieno le loro funzioni anche nei giardini più corti e larghi. Non c’è, poi, limite al numero di macchine, motorini o biciclette che vi possono trovare riparo.
Il legno è un materiale molto duttile ed è comunemente usato per box di diverse dimensioni. Se ben lavorato e trattato, inoltre, può durare veramente a lungo resistendo ad ogni tipo di intemperia. Oltre a ciò ha elevate proprietà termiche e come se non bastasse, sfatando vecchie leggende metropolitane, ha anche un’alta resistenza al fuoco.

Garage in legno: i pro

Perché un garage in legno con tetto in pergola offre più comodità? Ci sono davvero più pro che contro rispetto ad un garage in muratura? La risposta è affermativa. Un garage in legno, infatti, come già specificato, è esteticamente più gradevole, si adatta a tutti gli usi, è molto robusto e resistente e si adatta ad ogni esigenza nel pieno rispetto dell’ambiente. I costi sono più contenuti e i tempo di realizzazione sono ben più rapidi di quelli per la realizzazione di box auto in muratura. La burocrazia è meno pressante e se, nel tempo, le proprie esigenze cambiano, si può smantellare tutto in un batter d’occhio e costruirne uno nuovo con estrema rapidità, oppure vi si possono aggiungere nuovi vani. Il tetto in pergola, infine, offre maggiore riparo e permette, rispetto ai tetti piani, lo scolo dell’acqua piovana o della neve.

Casette per le vacanze in legno

Romantiche, ma soprattutto ecologiche. Scegliere di trascorrere le proprie vacanze in casette in legno abitabili darà modo a chiunque di riscoprire l’amore per la natura, ma soprattutto di rilassare sia la mente che il corpo.

Casette in legno abitabili nelle strutture ricettive

Molte strutture ricettive hanno optato, negli ultimi tempi, per casette per le vacanze in legno. Come mai? Si tratta solo di una moda? Certo che no. Diversi imprenditori hanno riscoperto i benefici di una architettura più ecologica e hanno voluto creare, per i propri clienti, piccoli angoli di Paradiso. Sono quindi nate casette in legno abitabili sotto forma di veri e propri bungalow sia al mare che in montagna. Nonostante il loro habitat naturale, nell’immaginario più comune, fosse quello legato alle piste innevate e alle vette delle montagne, le casette in legno sono spuntate via via nei boschi e sono scese, poi, a valle, fino ad occupare il litorale. Fra i tanti albergatori che le hanno scelte c’è quindi chi offre ai vacanzieri di trascorrere giornate intere immersi nella natura più selvaggia e chi, invece, regala l’emozione di staccare dalla quotidianità ritrovandosi comunque a vivere in un luogo caldo e accogliente.

Casette in legno abitabili: i benefici

Scegliere di optare per casette in legno abitabili e non per strutture in cemento armato comporta numerosi benefici sia a privati che ai vari proprietari di strutture ricettive. Realizzare, infatti, una casetta a secco con il legno è più rapido e meno dispendioso. I tempi di costruzione, cioè, si dimezzano così, come, di conseguenza, i costi. Molte casette in legno sono prefabbricate e si adattano ad ongi tipo di esigenza. Queste si montano e si smontano con estrema facilità e rapidità e si possono spostare a seconda dell’occorrenza. Installare impianti idraulici ed elettrici, infine, risulta essere, secondo gli esperti, molto più pratico e veloce. Come se non bastasse sono in tanti a sottolineare come le casette in legno abitabili possiedano una elevata efficienza energetica. Da quando si è appreso che solo in Europa il 40% dell’energia globale viene speso per il riscaldamento e il raffreddamento degli edifici ad uso civile, molti esperti del settore hanno cercato valide alternative per invertire un trend in continua crescita. Gli esperti hanno studiato come far sì che i consumi energetici non crescessero a ritmi eccessivi. Il legno è sembrato sin da subito essere la soluzione più valida sul mercato. Esso garantisce elevata resistenza ed una certa durabilità nel tempo, ma soprattutto possiede ottime caratteristiche termoisolanti.

La natura nelle casette in legno abitabili

Come ritrovare la natura nelle casette in legno abitabili? Scegliere di trascorrere le proprie vacanze in queste strutture è il modo giusto. La naturalità è percepibile sia all’interno che all’esterno delle casette stesse. In poco tempo si possono avvertire numerosi benefici fisici e psicologici. Chi ha già scelto casette per le vacanze in legno, ad esempio, non ha fatto altro che sottolineare quanto sia stato rilassante e piacevole trascorrere del tempo lontano da tutto e tutti. L’inebriante profumo del legno ha regalato la possibilità di ripulire i propri polmoni dallo smog cittadino e abituare le proprie narici ad aria più pulita e salubre.

Trovare un fabbro professionista a Milano

Una semplice ricerca

Un fabbro a Milano rappresenta un artigiano che potrà essere sfruttato in maniera rapida e veloce, senza che vi possano essere problemi nel momento in cui, il suo intervento, volge al termine.
Bisogna ovviamente mettere in risalto come, un semplice fabbro che potrebbe essere un novellino, potrebbe non essere la persona ideale da contattare per poter risolvere appunto quel tipo di danno alla porta.
Trovare un fabbro a Milano potrebbe quindi essere semplice ma, una persona, deve ricordarsi che, sfruttare un fabbro per serrature a Milano che sia professionale al cento per cento, rappresenta un tipo di scelta che potrà essere effettuata senza che vi possano essere delle conseguenze tutt’altro che positive.
Il fabbro professionale risulta quindi essere il tipo di artigiano che bisogna contattare in maniera rapida e veloce, senza che vi possano essere appunto ulteriori tipi di problemi.

La differenza tra i fabbri

Ogni fabbro risulta essere esperto in un determinato settore ma, ovviamente, bisogna essere in grado di trovare quello che risulta essere per davvero professionale, in maniera tale che si possano risolvere tutti i vari difetti di una serratura senza alcuna tipologia di problematiche.
Riuscire a trovare un fabbro a Milano, che risulta essere professionista, comporta un tipo d’impegno maggiore nel momento in cui si effettua la ricerca stessa.
Questo per il semplice fatto che, il fabbro per serrature a Milano professionale, viene decretato da coloro che hanno sfruttato il servizio che viene offerto appunto da questo artigiano, che verrà così tanto elogiato da essere sicuro del fatto che, egli stesso, potrà rientrare nella categoria di coloro che vengono visti come i migliori da parte di un cliente stesso.
Solo il web ed anche il passa parola riescono a decretare chi risulta essere un vero professionista, senza che vi possano essere dubbi o altri momenti nel momento in cui si decide di effettuare quel tipo di ricerca.

Il fabbro: quando è professionale

Quando si può definire un fabbro veramente professionale?
Esso lo diventa nel momento in cui, tutti i suoi servizi, risultano essere perfetti sotto ogni punto di vista.
Bisogna mettere in risalto che, al professionalità, potrà essere ovviamente vista sin dal primo momento di contatto con questo artigiano, cosa che appunto eviterà di effettuare una scelta che potrebbe essere tutt’altro che corretta.
Si deve quindi capire chi risulta essere per davvero un fabbro per serrature a Milano professionista, che sarà appunto in grado di porre rimedio a tutte quelle problematiche.
Sfruttando il web trovare un fabbro a Milano sarà meno difficile dato che, una persona, sarà in grado di poter distinguere i vari professionisti senza che vi possano essere difficoltà di ogni genere.

Preferire una casa in legno piuttosto di una in mattoni

Perché preferire una casa in legno piuttosto che una in mattoni? Nel seguente articolo vedremo le differenze sostanziali tra le due tipologie di case e soprattutto perché è meglio scegliere quella in legno. Prima di fare ciò, però, è necessario vederne le caratteristiche, i vantaggi e gli svantaggi.

Caratteristiche di una casa in mattoni

La vecchia storia dei tre porcellini ci ha insegnato che la casa in mattoni risulta essere molto più resistente di ogni altro tipo di fabbricato. In realtà, potrebbe anche essere così, ma si devono innanzitutto analizzare i contesti e le situazioni in cui queste tipologie di case vengono costruite. In primo luogo, la casa in mattoni viene costruita interamente con l’utilizzo di muratura in mattoni, la quale risulta essere ottima per le case-clima. Ciò significa che la muratura permette di trattenere la muratura interna dell’edificio, sia durante l’inverno che durante l’estate. La struttura, inoltre, è molto resistente al fuoco, alle situazione di umidità e, aspetto molto importante, garantisce l’isolamento acustico. Il mattone, infine, garantisce un’elevata flessibilità durante la costruzione, permettendo costruzioni di ogni tipo. Infine, l’edificio può essere costruito anche in zone sismiche.

Caratteristiche di una casa in legno

Negli ultimi anni anche una casa in legno è sempre stata caratterizzata dalle sue legende e pregiudizi, i quali sono in realtà dei falsi miti da sfatare. Si è sempre pensato che la casa in legno fosse adatta solo per le zone di montagna, anche se in realtà anche lì è difficile trovarla. La casa in legno, contrariamente alle credenze popolari, è adatta a tutti i tipi di situazioni e ciò semplicemente perché il legno da costruzione viene trattato con delle sostanze chimiche per evitarne la marcitura in tempi brevi. Il legno, infatti, è soggetto a decomposizione a causa dell’umidità e dei raggi ultravioletti del sole. I prefabbricati in legno sono allo stesso tempo molto più resistenti di altri tipi di costruzioni, soprattutto al fuoco e ai terremoti. Questo tipo di costruzione, inoltre, ha la caratteristiche di essere ecosostenibile e per questo rispetta la natura e l’ambiente. Infine, sono molto più vivibili grazie allo spesso ridotto delle pareti.

Perché scegliere la casa in legno piuttosto che quella in mattoni

Come si è visto finora, le due tipologie di abitazioni hanno più o meno le stesse caratteristiche, ma in realtà quella in legno è molto più vantaggiosa e sicura e ciò viene garantito soprattutto dalle proprietà del materiale che, in questo caso, è il legno. Grazie al rivestimento esterno, infatti, l’edificio in legno riesce a fermare qualsiasi agente esterno, come il fuoco, evitando allo stesso tempo il collasso dell’edificio, come accadrebbe invece con un edificio in calcestruzzo. Ciò vale anche per i terremoti, in quanto la flessibilità del legno permette alla struttura di resistere alle sollecitazioni.
Per tanti anni, dunque, si è pensato al mattone come materiale molto resistente, ma in realtà le materie che ritroviamo in natura sono quelle che garantiscono maggiore sicurezza e una vita all’insegna dell’ecosostenibilità.

Case in legno per tutti i gusti

Consigli per la scelta della casa in legno

In questo articolo ci occupiamo di una tematica davvero interessante la casa in legno.
Cercheremo di individuare tutti i vantaggi e gli svantaggi che si possono ottenere dalla scelta di questa tipologia di abitazione.
Una delle caratteristiche più importanti di una casa in legno è la sua capacità di essere isolante sia dal punto di vista termico che acustico.
Le case in legno garantiscono temperature ideali sia in inverno che in estate grazie alla loro forte proprietà isolate, e grazie a specifici trattamenti non sono assolutamente soggette al fenomeno della muffa.
Ancora in Italia non vi è un diffusissimo utilizzo anche per gli esterni del legno, tal pratica, invece nel resto del mondo è molto diffusa sia per gli interni che per gli esterni.
Le case in legno sono molto leggere da trasportare ma sono anche molto resistenti, garantiscono quindi facilità nel trasporto e nel montaggio e contemporaneamente sicurezza e stabilità per la loro resistenza.
Uno dei motivi che spingono più frequentemente all’utilizzo di case in legno è la particolare capacità del materiale di riuscire a resistere ai fenomeni sismici.
In particolare il legno è un materiale che riesce ad assorbire le onde sismiche e riesce a sopportare anche quelli che sono i fenomeni più catastrofici.
Infatti come la cronaca dimostra il legno viene utilizzato molto spesso come materiale per i prefabbricati nelle zone terremotate.
Il legno inoltre è molto rispettoso dell’ambiente e consente con degli specifici trattamenti di essere anche molto resistente al fuoco, infatti adeguatamente trattato il legno consente di non bruciare velocemente e di resistere ai crolli.
Tra i vantaggi che sicuramente non possono essere trascurati delle case in legno vi è la velocità di costruzione.
Tutta la progettazione a partire dalla fase iniziale fino alla costruzione vera e propria può durare circa sei mesi, in alcuni casi quando si tratta di prefabbricati il tempo si può ridurre ulteriormente.
Il costo di una casa in legno può essere facilmente calcolato senza dubbi e senza incertezze come può succedere per una casa normale, infatti i prezzi si aggirano intorno ai 250- 500 euro al metro cubo, a cui devono aggiungersi i costi per gli impianti e per la lavorazione, quindi nessuna sorpresa.
Se si dovessero individuare degli svantaggi per queste case possiamo dire che sono pochi uno tra tutti è quello di avere necessità di una maggiore manutenzione, ma se si vuole un ambiente confortevole e tranquillo questo è il minimo che si può fare per la nostra casa.
I nemici più forti del legno sono l’acqua ed il fuoco, ma se il materiale subisce tutti i necessari trattamenti protettivi non c’è agente che possa danneggiarlo.
Si può dire dunque che assolutamente la qualità e la professionalità nella scelta di questa tipologie di case deve essere la prima cosa, questo perché solo con il giusto materiale si evitano problemi.
Il motto nella scelta di una casa in legno è quello di scegliere al massimo della qualità senza risparmiare, il risparmio non può e non deve essere motivo di ostacolo alla massima realizzazione del progetto, i risparmi poi grazie all’isolamento saranno raggiunti nei consumi che saranno ottimi sia nella stagione invernale che nella stagione estiva.

Case in legno ecologiche

Le case in legno: progetti nuovi in Italia

L’Italia sta prendendo coscienza che le case in legno ecologiche sono prefabbricati creati per essere un vero nido di benessere.
Per l’Europa questo è un concetto vecchio perché sono decenni che vengono costruite case in legno che sono abitate da anni e si tramandano da padre in figlio senza nessun problema.
Gli ingegneri italiani sono convinti che questa realtà sarà possibile anche nella nostra penisola a breve tempo, come già si evince dalle prime costruzioni in legno che si stanno realizzando in alcune zone montane.
I cittadini cercano di investire in modo alternativo provvedendo ad acquistare terreni edificabili invece che immobili in calce e mattoni.
La salubrità e l’aria sana per i propri figli è una prerogativa a cui ognuno di noi dovrebbe pensare perché è una sensazione imperdibile aprire la porta d’ingresso della propria abitazione e respirare l’inconfondibile profumo di un materiale vivo, assaporando quel tepore che solo le essenze lignee sanno donare.
Trattandosi di case ecologiche, gli architetti fanno in modo che l’intera struttura entri in sintonia con il resto dell’architettura circostante, valorizzando anche le aree esterne che beneficiano del valore della struttura.

Le caratteristiche delle case ecologiche

Una casa ecologica ha caratteristiche particolari che le costruzioni convenzionali non potranno mai avere.
Per prima cosa c’è il risparmio energetico che è un fattore da non sottovalutare perché essendo gli ambienti perfettamente coibentati, non bisogna sprecare energia elettrica per raffrescarli.
La Bioedilizia si basa esclusivamente sulla naturalezza dei materiali usati per la costruzione delle case in legno ecologiche e adopera solo sostanze certificate e provenienti dal mondo naturale.
Si usano legni pregiati, fibre e fiocchi di cellulosa biologici e le colle e le vernici non contengono tracce di formaldeide.
Non dimentichiamo che una casa in legno acquista valore negli anni e al momento di un’eventuale vendita, il suo prezzo sarà superiore di quello speso perché il mercato immobiliare premia le case che hanno alto valore energetico.

Un progetto in cui nulla è lasciato al caso

Le case in legno ecologiche non sono abitazioni formate da pochi assi inchiodate tra esse ma hanno un valore inestimabile perché nulla viene lasciato al caso.
Interni ed esterni vengono accuratamente studiati pur basandosi sul progetto iniziale del cliente che viene consigliato da architetti e tecnici per aggiungere valore alla struttura, curando ogni dettaglio nei più minuziosi particolari.
Un’abitazione ecologica ha una tempistica di costruzione veramente breve tanto è vero che dai 3 ai 6 mesi viene consegnata completamente rifinita e con tutti gli impianti a norma.
E’ un sogno che diventa realtà perché le case ecologiche in legno appena pronte si possono vivere da subito, senza dover aspettare e senza che si verifichino le solite lungaggini.