Quale ricarica cartucce per stampanti scegliere

Ricarica delle cartucce

Quando si ha un ufficio si sa che periodicamente bisogna effettuare la ricarica cartucce per stampanti.
In particolare si parla di cartucce quando si possiede una stampante a getto di incuostro, mentre di toner per le stamapnti laser.

I tipi di consumabili

I consumabili da ufficio si suddividono in cartucce e toner originali, che sono quelli venduti dalle stessi marchi produttrici delle stampanti e fotocopiatrici aziendali, compatibili o rigenerati.

Quelli compatibili sono cartucce e toner di un marchio secondario, che però risultano compatibili per essere utilizzati con dati modelli e marchi di stampanti.

Quindi se volete effettuare la ricarica cartucce per stampanti con prodotti compatibili dovete tenere bene a mente il modello e la marca della vostra stampante e poi potete acquistare un set di cartucce compatibili con la medesima.

Attenzione però che queste cartucce non sempre possono dare la stessa resa che quelle originali.

Poi ci sono anche cartucce e toner rigenerati, e questi sono consumabili originali, che una volta esausti possono venire riempiti di muovo inchiostro e possono essere riutilizzati fino a 4 volte, con un bel risparmio per le tasche e per l’ambiente, dato che i vuoti delle cartucce non vengono subito gettati, ma solo dopo diversi utilizzi.

Anche qui si deve però fare attenzione, che la ricarica cartucce per stampanti venga effettuata nel modo corretto, sopratutto se fatta col fai da te, dato che vi sono appositi kit di ricarica in commercio, con guanti, inchiostro e siringa in dotazione per effettuare la ricarica passo dopo passo e in modo impeccabile, pena un pessimo risultato di stampa se non anche danni alla stampante stessa.

Prodotti originali

In alternativa potete sempre affidarvi ai prodotti originali creati ad hoc per ogni modello di stampante da ufficio, peer avere una ottima resa e una garanzia di qualità indiscutibile.

Lascia un commento