Approfittare delle offerte del noleggio a lungo termine

Sgravi fiscali e opportunità anche per chi non possiede una partita IVA: il noleggio a lungo termine di un’autovettura è una ghiotta opportunità della società 2.0

Un’opportunità da valutare attentamente

Il noleggio a lungo termine si è diffuso sul territorio nazionale per una prerogativa non trascurabile: l’assenza di proprietà dell’autovettura.
Ne consegue che da ciò dipendono l’assenza diretta di alcuni, gravosi, costi fissi come le spese relative al bollo fiscale annuale, il pagamento delle quote RCA auto relative ai contratti assicurativi, le manutenzioni ordinarie relative ai tagliandi di garanzia (un obbligo contrattuale tra chi determina un acquisto di autovettura imposto dalla casa madre per mantenere in essere la garanzia, la quale, al contrario, in caso di mancata dimostrazione dell’effettivo tagliando di garanzia effettuato dal piano previsto, perderebbe i benefit), revisione periodica a norma di legge, ciò dipende dagli anni dell’autovettura.
Insomma quelle spese non amate dagli automobilisti le quali rimarranno sempre e comunque a carico dell’agenzia di ‘rent a car’, ed è per questo che conviene approfittare delle offerte del noleggio a lungo termine.
Ovviamente le spese di lubrificazione ordinaria, di carburante, così come il pagamento di eventuali infrazioni del codice della strada o manutenzioni straordinarie, saranno a carico di chi ha noleggiato l’autovettura.

Chi si rivolge al noleggio a lungo termine?

Attualmente non vi è una vera identità del noleggiatore tipo, per quanto siano soprattutto le aziende a decidere un noleggio a lungo termine come alternativa plausibile ad un classico leasing, una classica formula dalle ottime potenzialità fiscali che però oggi si scontra con le altrettanto importanti concessioni da parte del noleggio a lungo termine.
La diffusione di quest’ultimo ha incrementato negli ultimi anni la presenza sul territorio di agenzie di noleggio: ciò ha determinato un’aumento dell’offerta ed un conseguente abbassamento dei costi di noleggio mensile proprio per diretta conseguenza del rapporto tra offerta in aumento e concorrenza tra le agenzie.
Si rivolgono però per approfittare delle offerte del noleggio a lungo termine anche tanti giovani e neo-patentati, i quali, proprio per l’alto costo di un contratto assicurativo nelle prime fasi della propria vita di autista, le classiche classi d’appartenenza in termine assicurativo, preferiscono un noleggio a lungo termine per non dover soccombere economicamente sotto il peso di assicurazioni, bolli, revisioni, rate di un’eventuale auto-vettura, discorso che ben si allarga anche a giovani professionisti nelle prime fasi di una vita aziendale in proprio e con molti costi da sostenere.

Anche per il noleggio sono previsti sgravi

E’ proprio così: per approfittare delle offerte del noleggio a lungo termine, un imprenditore può usufruire, se l’auto non è di sua pertinenza ma concessa ai propri dipendenti per scopi rappresentativi, tecnici o commerciali, di importanti percentuali di sgravi fiscali determinabili assieme al proprio commercialista in base ai termini di legge del momento.
Sino ad un valore massimo di 3.615,20 euro, la deducibilità può essere anche del 20% sul prezzo di noleggio e del 40% sull’IVA, un motivo in più per valutare questa opportunità.

Nuovi modelli di auto

Gasolio, metano, ibride o benzina, spesso ibride, le nuove autovetture per la stagione su strada 2018 si sono focalizzate sun’idea sempre più ‘eco-friendly’: pur mantenendo alte cilindrate, l’occhio di riguardo per l’ambiente è importante.

Due modelli per Dacia e Seat

La Dacia ha oramai conquistato un’ampia fetta di mercato: economica ma performante, ideale per lunghi tragitti ma potenzialmente valida anche come city-car, le nuove vetture della casa propongono diverse innovazioni per i nuovi modelli di auto anche nel 2018.
La ‘crossover’ Duster ha puntato decisamente sulla guidabilità.
Con alcune piccole correzioni tecnologiche e nell’assetto, l’automobile ibrida con un SUV elegante, ora trema molto meno durante al guida, un errorino che in precedenza è costato diversi punti nelle graduatorie delle riviste di settore.
Anche nella scocca alcune soluzioni aerodinamiche si sono votate ad una maggior eleganza esteriore ed a una migliore guidabilità: tecnologia innovata e aerodinamica perfezionata, donano alla Duster maggior stabilità su strada.
In casa Seat invece un plauso è dovuto per le modifiche apportate al modello Seat Ibiza 1.6 TDI Xcellence.
Le tante lamentela nella carburazione a gasolio hanno spinto la casa ispanica a modificare assetto e carburazione. La nuova vettura porta nel motore un pistone supplementare e sia nelle cilindrate a 80 e 95 cavalli, la guidabilità è ora pressoché perfetta, una vera innovazione dettata dalla richiesta della clientela e dai meccanici che ne hanno constatato l’effettivo tremolio nella versione gasolio.

Alfa Romeo punta sulla ‘finta’ SUV

Il modello Alfa Romeo Stelvio 2.9 V6 Bi-Turbo Quadrifoglio Q4 AT8, è in apparenza una SUV: se il 2018 ha visto l’uscita nei saloni Alfa della Quadrifoglio, immediatamente apprezzata da vecchie e neo ‘alfisti’, il 2018 vede la casa lombarda di nuovo in vetrina con nuovi modelli di auto come questo modello appagante nell’estetica e nella guida. Delle SUV ha solamente un certo aspetto ibrido esteriore, in realtà la guidabilità, la morbidezza dello sterzo, la piacevole scorrevolezza su strada, anche su superfici dall’asfalto usurato, grazie ad un reparto sospensioni innovativo, ne rendono la sicurezza su strada e la guida un vero piacere, un passo avanti di Alfa verso una nuova vita all’insegna della qualità.

Due modelli per BMW

Dalla casa tedesca ci si aspetta per il 2018 ben due nuovi modelli di auto: la M5 e la X2, una berlina ed una SUV pronta ad evolvere il parco macchine del brand tedesco con due automobili da ‘top driver’.
La M5 avrà in dotazione un motore da 600 CV, 4.4 il V8 bi-turbo è talmente potente e performante che ha richiesto la trazione integrale per scaricare a terra la potenza in regime di coppia riferito all’importante cilindrata della vettura. Per X2 si tratta invece di una differenziazione nella carburazione (un modello turbo-diesel ed uno a benzina), pronte a proiettare la casa teutone nelle ‘top car SUV’ di categoria, implicitamente in competizione con un analogo modello di casa Rover.
Marzo è alle porte, BMW è pronta per puntare al titolo di auto dell’anno.

Auto usate: info utili all’acquisto

Auto usate.

L’estate sembra essere il periodo perfetto, almeno per quanto concerne il popolo italiano, per puntare con decisione sul mondo delle auto usate. E’ questo, almeno, quello che emerge da uno studio condotto dall’Aci, in riferimento all’andamento di questo settore, nel corso del mese di maggio, quando è stato registrato un incremento pari al 2,7%, relativamente all’acquisto di automobili usate nel nostro Paese.

Il dato, poi, diventa ulteriormente significativo se si pensa che allo stesso tempo è emersa una diminuzione del 15% sul fronte delle immatricolazioni di auto nuove. Inutile sottolineare come le previsioni siano rivolte a dati ancora più netti di maggio, in riferimento al trimestre estivo, quando cioè il potere di acquisto da parte degli italiani tende spesso e volentieri a diminuire ulteriormente.

Non appartiene all’ACI, invece, uno studio tutto da confermare, secondo cui, comunque, è cresciuto in modo significativo il numero delle inserzioni, soprattutto quelle lanciate e spinte attraverso internet, ma soprattutto sarebbe leggermente calato il prezzo medio delle auto usate, scendendo, in questo, di circa l’1,1%.

E’ proprio il web, in tal senso, a giocare un ruolo decisivo, se si pensa che in un contesto di questo, il prezzo della singola auto usata, tende a diminuire in modo importante, rispetto a quanto avviene attraverso le concessionarie, come è facile intuire. Insomma, il dato che è stato reso pubblico negli ultimi tempi dall’Unrae, vale a dire l’Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri, che ha sottolineato come il fatturato delle concessionarie di automobili sia sceso nel 2011 di –22%, è soggetto ad una duplice lettura: se da un lato a sorridere è il mercato delle auto usate, allo stesso tempo, in generale, il mercato delle auto presenta dati allarmanti.

In ogni caso, la proliferazione degli annunci sul web, non ha lasciato del tutto indifferenti le concessionarie, al punto che anche in questo caso è lecito attendersi, soprattutto nei prossimi mesi, un sensibile calo dei prezzi, con probabile ripresa del mercato in questione. Un altro dato da non sottovalutare, invece, si riferisce a come le singole case produttrici stanno rispondendo al momento di crescita del settore delle auto usate: in un contesto di questo tipo, più in particolare, il boom ha riguardato in primis Nissan e Ford, che con un incremento pari addirittura al 23%, in riferimento ai dati di vendita dello scorso anno, hanno dimostrato di saper realizzare modelli di vetture che per prezzi e caratteristiche, si sposano al meglio con le esigenze del target interessato alle auto usate.

Da non sottovalutare anche l’ottimo momento vissuto da marchi come Audi, Fiat, Mercedes e Bmw, pur non essendo ai livelli dei primi due brand, mentre a patire più di tutti pare essere l’Alfa. Doppia la chiave di lettura per interpretare un dato di questo tipo, ricordando che il calo, in questo senso, è pari addirittura al 15%: in primis, i prezzi delle auto usate per le Alfa Romeo, tende ad essere meno conveniente rispetto agli altri casini. In secondo luogo, l’azienda si è decisamente focalizzata sulla produzione di nuovi modelli durante l’ultimo anno.

Auto usate: nasce autoscontate.com

Auto usate.

L’acquisto di auto usate è un’idea sempre più comune in europa e soprattutto in Italia.

Autoscontate.com è il nuovo portale che pubblica costantemente informazioni utili per l’acquisto di auto usate, ma anche occasioni a km 0 e auto nuove appena entrate in commercio.

L’esperienza e la professionalità dei nostri “writers” vi potranno dare preziosi consigli circa le occasioni più interessanti di auto usate, confrontando modelli di privati e concessionarie.

L’obiettivo di autoscontate.com è quello di trasmettere la nostra esperienza nel settore, a tutti coloro i quali hanno la possibilità economica di acquistare auto usate, ma non vantano ancora le conoscenze per capire quali siano le regole di base da seguire prima di compiere un passo di tale importanza.

Regolarità dei documenti, chilometraggio, caratteristiche dell’impianto di scarico rappresentano soltanto la base dei dettagli tecnici da verificare nel caso vi stiate avventurando verso il settore delle auto usate.

Infine, autoscontate.com offre una piattaforma di annunci rapida e gratuita, che vi darà la possibilità di vendere le vostre auto usate, sfruttando il flusso di visitatori che giornalmente accedono al sito in cerca di auto usate o di consigli del settore.

Vi auguriamo una buona navigazione, nella speranza di offrivi buoni affari di auto usate.

Il fondo vittime della strada e il suo funzionamento

Il fondo vittime della strada è un ente creato dallo Stato Italiano a fine anni ’50 poco prima che entrasse in vigore la legge che ha reso obbligatorio dotare il proprio veicolo dell’assicurazione responsabilità civile auto (RCA).
Esso è finanziato attraverso una percentuale dei premi pagati dai conducenti per l’RCA ed è gestito dall’associazione nazionale compagnie assicurative. La gestione spetta alle compagnie facenti parte di questa associazione ed esse si alternano con una rotazione triennale. L’ente si occupa di indennizzare le vittime di incidenti stradali, anche incidente stradale mortale, accaduti per colpa di un veicolo ignoto, rubato, sprovvisto di assicurazione o assicurato presso una compagnia fittizia o insolvente, di provenienza estera destinato al mercato italiano ma non ancora immatricolato nel nostro Paese e infine se estero e con documenti falsi. L’incidente può essere provocato sia direttamente che indirettamente.
Il fondo vittime della strada presenta un funzionamento leggermente diverso da quelle che sono le tradizionali compagnie assicurative in quanto non risarcisce il danno materiale se non in casi gravi e comunque con una franchigia di euro 500 a carico della vittima. Per quanto riguarda il risarcimento danno biologico esso è garantito fino ad un massimale di 500 mila euro, tuttavia è molto complicato da provare e stimare, ragion per cui è sempre meglio affidare la propria pratica ad un’agenzia che si occupa di infortunistica stradale, come ad esempio la Zetainfortunistica.

Incidenti e omissione di soccorso

L’omissione di soccorso è un reato molto grave che compie chi non si ferma a prestare soccorso qualora abbia causato un incidente stradale o nel caso sia li presente in quel momento, soprattutto se si tratta di un incidente stradale mortale.
Chi commette questo tipo di reato viene definito nella prassi, e direi anche giustamente, pirata della strada. Questi incidenti secondo la burocrazia appartengono ai casi di sinistri provocati da veicoli ignoti e quindi le vittime di tali circostanze sono tutelate da un ente istituito negli anni ’50 dallo Stato Italiano e gestito dall’associazione nazionale compagnie assicurative: si tratta del fondo per le vittime della strada.
Questo ente interviene anche nei casi in cui i sinistri siano stati causati da un veicolo rubato, non assicurato o assicurato con una compagnia fittizia o insolvente, proveniente dall’estero e non ancora immatricolato oppure con documenti falsi o non idonei alla circolazione in Italia.
Il fondo vittime della strada risponde esclusivamente del danno biologico, non è tenuto a risarcire infatti il danno materiale, salvo particolari casi e con una franchigia a carico della vittima che ammonta a 500 euro. Il risarcimento del danno biologico invece può ammontare fino ad un massimo di mezzo milione di euro. L’onere della prova dell’avvenuto incidente e la stima del danno biologico sono molto complessi, per cui ci sentiamo di consigliare di affidare la propria pratica ad un’agenzia che si occupa di infortunistica stradale come la Zetainfortunistica.

Incidenti stradali causati da fluidi sulla carreggiata

Gli incidenti stradali non sempre avvengono con la partecipazione di due parti, talvolta accadono anche incidenti che coinvolgono un solo veicoli. Un lampante esempio è costituito dai sinistri causati dalla perdita di controllo del mezzo, in particolare dei motocicli, causato dalla presenza di fluidi sulla carreggiata, costituiti da olio motore, gasolio, benzina o liquido di raffreddamento del motore, ma anche detriti o pezzi di automobile.
Colui che sparge involontariamente per strada i fluidi della propria vettura, sarebbe tenuto ad avvisare le forze dell’ordine e i vigili del fuoco il prima possibile, tuttavia molti non lo fanno per negligenza o perchè non si accorgono della perdita. La legge però non ammette ignoranza, e considera questi automobilisti come dei pirati della strada perchè potenzialmente a causa loro si possono verificare incidenti anche gravi.
Se dovesse accadere di imbatterci in una di queste situazioni che ci portano all’incidente, l’unica soluzione per ottenere il risarcimento è quella di rivolgersi al fondo vittime della strada, a meno che il vostro veicolo oltre alla polizza obbligatoria per la responsabilità civile non sia dotato anche di una polizza casko. Le prove da fornire a questo ente saranno molto ardue, e dovranno essere costituite da referti medici e delle autorità dettagliati anche con fotografie della situazione. Inoltre potreste dover portare in tribunale la controparte, motivo per cui è necessario affidarsi a professionisti come Zetainfortunistia che operano da anni nel settore dell’infortunistica stradale con ampi risultati.

Attrezzare il tuo furgone per risparmiare tempo e denaro

Gli operatori che si occupano di montaggio e manutenzioni di impianti, di macchinari complessi oppure di gestione e manutenzioni di reti elettriche, telefoniche, gas etc. usano molto spesso furgoni attrezzati come piccole officine mobili.
Per svolgere questo genere di attività in maniera efficace, evitando inutili sprechi di tempo, è necessario ottimizzare lo spazio interno al vano di carico del mezzo di cui si dispone.
Può capitare infatti che, nonostante i buoni propositi, l’entusiasmo e i grandi progetti, l’impresa non riesca a lavorare nel migliore dei modi.
Diviene pertanto fondamentale organizzare l’operatività. Il gruppo Syncro System nasce proprio per soddisfare le esigenze delle imprese e migliorare l’efficienza del lavoro.
L’azienda, uno dei maggiori protagonisti nel settore degli allestimenti interni per furgoni, è in grado di ottimizzare lo spazio del tuo veicolo, permettendoti di riporre e trasportare gli utensili ordinatamente e in assoluta sicurezza, senza sacrificare lo spazio sul vano di carico adibito al trasporto del materiale.
Il materiale prodotto dalla Syncro System è sagomato per seguire le varie profondità dei mezzi di trasporto, il tutto studiato per il minimo ingombro.
Siamo in grado di allestire veicoli commerciali per professionisti: meccanici, elettricisti, imbianchini, idraulici, manutentori, fiorai…Sono oltre 45.000 i mezzi allestiti dalla Syncro da quando è iniziata l’attività nel 1996.
Col sistema Syncro System potrai riporre le attrezzature nelle cassettiere trasparenti o nelle nuove cassettiere sottopavimento, nei contenitori, nelle scaffalature o all’interno degli armadi. Trasportare le attrezzature necessarie e avere comunque altro spazio per caricare il tuo veicolo commerciale diventa fondamentale per la tua attività: disordine e perdita di tempo non saranno più il tuo biglietto da visita.

Finanziamenti Auto: Il Leasing

Oggi la maggior parte delle autovetture sono acquistate sfruttando qualche forma di finanziamento.

Le motivazioni sono molteplici.

Prima di tutto in Italia vi è una vera e propria ossessione per l’automobile, che, ancor più che in altri paesi, è lo status symbol per eccellenza.

Ciò fa sì che molti siano disposti ad indebitarsi pur di avere l’auto dei loro sogni.

Il sistema creditizio molto rigido è un altro fattore che determina il boom dei finanziamenti per l’acquisto degli autoveicoli.

Infatti il Italia è molto difficile ottenere credito dalla banca.

Ecco invece che l’automobile, essendo un bene pignorabile, assicura alla banca buone garanzie di recuperare i suoi crediti.

Pertanto per molte persone è difficile ottenere un finanziamento in modi diversi e quindi si fanno finanziare l’acquisto dell’automobile.

Per imparare a capire il funzionamento del leasing auto è possibile visitare il sito www.leasing-auto.it, ricco di informazioni e guide su come acquistare la vostra auto con la formula del leasing.

http://www.leasing-auto.it/

Notizie dal mondo dei motori

Il mondo dei motori è sempre in continua evoluzione: la formula 1 e la moto GP cambiano le regole quasi ogni anno e non sempre queste regole nuove vanno a migliorare lo spettacolo offerto da queste competizioni. Poche gare sono come quelle di una volta, il rally per esempio, è sempre tale e quale anche se sono passati moltissmi anni dall’evoluzione di questa specialità. Tuttavia se da una parte le gare motoristiche si evolvono grazie al miglioramento della tecnologia, dall’altra anche i veicoli di serie migliorano le proprie prestazioni e affidabilità.

Le competizioni infatti sono il trampolino di lancio di nuove tecnologie che poi vengono utilizzate anche per le auto e moto di serie che tutti i giorni vediamo nelle nostre strade. Esiste quindi una relazione biunivoca tra il mondo delle competizioni ed il mondo dei veicoli di serie, gli uni non potrebbero esistere se non esistessero gli altri. Si capisce quindi come il mondo dedicato ai motori, sia esso a due o quattro ruote, o in svariati altri modi, è sempre in continua evoluzione per fornire al pubblico dei veicoli sempre all’avanguardia, e soprattutto per poter vincere sempre di più nelle competizioni mondiali.

Il portale notiziemotori.it vuole soffermarsi su questo grande mondo e fornire all’utenza di internet un luogo nuovo ed innovativo in cui trovare le ultime notizie dal mondo delle due e quattra ruote. Le auto  e le moto non sono comunque le uniche possibili specialità, ma si trovano articoli di qualsiasi cosa riguardante i motori, siano essi da competizione o di serie. Le notizie, le interviste e gli articoli vari non bastano comunque alla fame di sapere degli utenti di internet. Per questo motivo notiziemotori.it fornisce un forum in cui scambiarsi opinioni di ogni genere in modo da creare una community di utenti che amano i motori e si vogliono confrontare con il prossimo.