Tanti accessori per animali

Certamente penserete che adottare un animale non è davvero una cosa complicata, ma implica però grandi responsabilità.

Responsabilità nell’ adottare un cucciolo

Infatti dovrete sapere le conseguenze e ciò che realmente vi attende quotidianamente. Avere un animale infatti non significa solamente comprare degli accessori per animali nel migliore negozio, ma significa prendersi cura di un essere vivente con le sue esigenze e i suoi bisogni che dovrete rispettare e condividere la vita con lui.

I suoi bisogni

Da cucciolo un animale ha tanti bisogni da soddisfare, e se arriva in casa dopo essere stato svezzato, dovrete assicurarvi di dargli il giusto nutrimento per la crescita senza fargli mancare nulla come elementi e sostanze di cui ha bisogno quotidianamente. Dovrete poi educarlo e circondarlo di accessori per animali che siano adatti alla sua età e contribuiscano ad aiutarlo nel gioco e nel suo sviluppo.

Accessori che crescono con lui

Dovete anche tenere conto che accessori come collare o pettorina e cuccia o capottini, dovranno essere cambiati una volta che sia cresciuto dato che devono essere della giusta taglia del cane.

In ogni negozio dedicato ai pets potete trovare tutto quello che vi serve, sia come accessori per animali che come alimenti, e un negozio può essere fisico o online, in questo ultimo caso potrete avere la comodità di scegliere tutto da casa, ordinando dal vostro account e vi verrà recapitato tutto a domicilio, e potrete scegliere da un catalogo di articoli davvero molto vasto e diversificato le cose migliori per il vostro cucciolo.

Scegliere gli accessori per l’acquario

Il meglio per gli animaletti domestici

Il cane, gatto, pesce rosso, coniglio, rettile di casa – per quanto agli estranei sembri bizzarro – sono come figli, e chi ha un compagno di vita dotato di squame, pelliccia, piume o più di due zampe lo vuole nutrire, accudire e coccolare al meglio delle proprie possibilità. Ci vuole un negozio con un assortimento vastissimo per ogni genere di bestiola da compagnia e dove trovare non solo pappe ma anche alimenti speciali, accessori, giocattoli, gabbiette, libri e tutto quel che serve per far vivere bene i pets, compresi gli accessori per acquari e il necessario per i laghetti di acqua dolce come alle pagine del sito Isola dei tesori . Più la selezione è vasta e le marche note e di ottima qualità, più sono i servizi offerti e le linee di articoli in vendita, più é probabile trovare esattamente quel che serve, che sia un integratore per un certo tipo di uccellino, dei croccantini per gatti anziani, un guinzaglio particolare o una nuova varietà di pesce da inserire nell’acquario, ed é per ciò che questo negozio é particolarmente comodo.

Che cosa offre il sito

La ricchezza dei contenuti fa di Isola dei Tesori non solo un sito di e-commerce ma un vero e proprio portale da cui accedere ad un’enorme varietà e quantità di notizie sul mondo degli animali domestici. Blog e newsletter tengono informati sulle novità, e si possono ricevere aggiornamenti tramite tutti i social media più conosciuti. Lo shopping online dal sito web e la raccolta punti della card sono semplici e comodi come quelli nei negozi reali, numerosi e con continua apertura di nuovi punti vendita. Le coloratissime pagine sono pensate in maniera da rendere semplice e divertente la navigazione, e chiunque ami gli animali si sentirà in paradiso consultando i lunghissimi elenchi di articoli disponibili per ogni singola voce del catalogo. Non si tratta solo di pappe, c’é veramente di tutto e assolutamente per ogni genere di animaletto. Persino gli appassionati di rettili, anfibi, tartarughe e pesci troveranno su Isola dei Tesori molto di che sentirsi appagati, fra accessori per acquari, alghe, crostacei, piante e tutto quanto ruota intorno al mondo dell’acquariologia sia marina che di acqua dolce.

Acquari e pesci, le cenerentole dei pet shops…

…ovunque ma non qui: ci sono già oltre 40 negozi reali con un reparto di acquariologia a libero servizio, sparsi in tutta Italia, anche molto grandi ed estremamente forniti. È comunque disponibile già sul sito online una grande scelta di crostacei come gamberi e granchi di fiume (Astacus astacus e Potamon fluviatile) e altre specie d’acqua dolce provenienti da Asia, America e Australia, mentre la selezione di piante per l’ambientazione e l’ossigenazione degli acquari é quasi infinita. Non mancano altri animali come le chiocciole Ampullaria o gli anfibi Xenopus della famiglia dei Pipidae. Fra i pesci per gli acquari d’acqua dolce disponibili sul sito Isola dei Tesori ci sono i graziosi pesci ossei Ancistrus, le Betta splendens, il Leporinus affinis dell’America meridionale e molti – davvero molti – altri ancora. Non bisogna però dimenticare la disponibilità anche di decorazioni e mangimi, dei vari modelli di acquari stessi e di una lunga serie di accessori per acquari dedicati alla pulizia e all’illuminazione dell’ambiente acquatico.

 

Alimentazione dei cani

Gli amici a quattro zampe hanno esigenze nutritive certamente diverse da quelle dell’uomo. L’alimentazione di un animale domestico come il cane dev’essere orientata a garantire il giusto apporto di energie in funzione dell’attività fisica che viene svolta (né più, né meno), così da consentire all’animale di vivere una vita lunga e in perfetta salute.
Tuttavia si sa che i cani, e non solo, risultano essere spesso ingordi di cibo, quindi assicurare il giusto apporto di kilocalorie può risultare talvolta complesso. Ecco quindi come tenere sotto controllo il peso di Fido.

I fattori che influenzano l’alimentazione

Non si può affatto pensare di acquistare del cibo per il cane sin dalla prima infanzia e fornirlo per tutto il resto della vita. Innanzitutto, i cani riescono a percepire i sapori di ciò che mangiano, quindi una dieta così esageratamente monotona non può che infastidire e annoiare l’animale, che sarà più propenso verso spuntini poco adeguati. Ecco quindi che variare la dieta in modo graduale e acquistare del cibo umido per cani piuttosto che i tradizionali croccantini può risultare un ottimo modo per frenare gli istinti nutritivi dell’animale.
Oltretutto, la razza e l’età rappresentano un altro elemento fondamentale da tenere in considerazione: cagnolini molto piccoli, in piena attività, avranno bisogno di mangiare di più e più frequentemente per bilanciare la perdita di energia che segue i costanti giochi. Allo stesso modo, in funzione della razza (maggiormente o minormente propensa verso il moto) l’animale può essere nutrito con alcuni o altri tipi di alimenti.

L’educazione alla base di tutto

Come già accennato, ciò che è importante nell’ambito dell’alimentazione di un cane è la frequenza. Non si può pensare di somministrare del cibo al proprio amico a quattro zampe a qualsiasi orario e in qualsiasi condizioni. Ci sono dei cani che, in base alle proprie caratteristiche, devono mangiare al massimo due volte al giorno, mentre altri più frequentemente; inoltre, per alcuni il cibo umido per cani rappresenta un’esigenza necessaria, mentre in altri casi si possono usare i croccantini. Educare il cane sin da quando è cucciolo a mangiare in orari prestabiliti secondo quantità determinate dal proprietario risulta essere il punto fondamentale per evitare vari fenomeni di obesità canina.

Nessun risparmio, se la qualità ne risente

Molte famiglie sono tendenzialmente inclini a trascurare quelle che sono le esigenze nutritive del cane, proponendo lui porzioni di cibo con materie prime di seconda scelta o dai prezzi estremamente bassi. Per assicurare la buona salute del cane, tuttavia, una porzione di cibo umido per cani presa ad esempio deve innanzitutto essere conforme alle normative vigenti, il che prevede l’assenza di corpi estranei che possono intossicare il cane. Non deve neanche avvenire il fenomeno opposto, però: quando un padrone legge che la confezione di cibo per cani contiene orecchie, organi e frattaglie non deve scandalizzarsi, ma anzi sapere che quelle parti sono particolarmente indicate per diventare cibo per cani.

La dieta del gatto

La dieta del gatto obbedisce a regole. Dateci un’occhiata per nutrire al meglio il vostro animale domestico.
1. Poco ma spesso

Molti piccoli pasti sono abbastanza marcati, il gatto mangia in particolare durante le ore notturne, piuttosto che un singolo pasto, tipico delle situazioni di stress (anche in natura) e causando l’obesità e altri malfunzionamenti. Dobbiamo abituare il gatto dalla giovane età a prendere i pasti in modo indipendente.

2. razioni equilibrate

Regolare la quantità in base al peso del vostro gatto: per ogni chilo di peso, ha bisogno di prendere 40 a 50 grammi di razione. L’ideale è quello di preparare cibo in casa, con il 50% di carne leggermente bollita (manzo, cavallo, pollame, pesce, ecc), il 20% di cereali molto cotti, il 20% di verdure cotte e il resto di integratori vitaminici e olio.

3. Attenzione ai cambiamenti improvvisi

Abituarsi gradualmente gatto novità e non cercare di sperimentare nuovi piatti e sapori insoliti.

4. L’acqua è importante

Il gatto non è un gran bevitore: assorbe la maggior parte del liquido con il cibo e senza il bisogno di bere. Per questo motivo, scegliere una dieta che fornisce almeno un pasto al giorno umido. Le minestre preparate con carne o brodo vegetale arricchite con cereali, carne o formaggio vanno benissimo .

5. No “avanzi”

Il gatto non è un essere umano e non deve essere alimentato come noi, o peggio, con i nostri avanzi. Questa abitudine sta diventando una fonte di notevole stress negli animali, che si riflette anche nei suoi rapporti con il suo padrone e la vita familiare, causando conflitti e gli argomenti inutili durante i pasti. Ricordate che alcuni doni dettati dall’affetto sono dannosi per la salute del gatto (ad esempio dare torte e altre “chicche”).

6. Controllare la temperatura

Il cibo non dovrebbe andare tirato fuori dal frigorifero appena viene presentato al gatto, né essere troppo caldo. L’ideale è una temperatura media simile alla temperatura corporea. il pasto , tranne quando si tratta di crocchette, non dovrebbe essere lasciato più di tre o quattro ore a disposizione del gatto.

7. Non dolci

L’eliminazione di dolci e zucchero dalla dieta del gatto dovrebbe essere una regola assoluta. Cioccolato, oltre a nutrire troppo, può causare avvelenamento da teobromina. Tuttavia, è possibile piuttosto offrire uno snack per gatti di tanto in tanto.

Tanti accessori per trattare bene il nostro animale

Accessori per curare un animale

Anche gli animali domestici, come l’uomo necessitano di cure, ma non solo, hanno anche bisogno dei vari accorgimenti quali l’alimentazione, la cura del pelo, pulizia dei denti e delle orecchie e per tutto ciò c’è bisogno di piccoli accessori per animali che facilitino queste azioni. La tecnologia ha favorito l’invenzione di nuovi accessori all’avanguardia che permettono di prendersi cura del proprio animale in modo impeccabile e con tutte le attenzioni necessarie.

Il primo particolare per assicurare il benessere del nostro animale domestico è l’alimentazione, che varia da razza a razza, in base al peso, all’età ed anche secondo l’attività del nostro cane o gatto o qualsiasi altro animaletto domestico. Ci sono diversi tipi di marche che riguardano il cibo, che a sua volta può essere secco o umido ma vi sono anche semplici snack stuzzicanti da offrire al nostro pelosetto. Le marche più conosciute sono Royal Canin, Purina, Eukanuba ma ci sono anche altre che offrono buona qualità. L’alimentazione, determina, ovviamente lo stato del pelo e dei denti, così come delle ossa ma nel complesso anche il benessere generale. Anche la cura dei denti prevede l’utilizzo di particolari snack, gli accessori per animali come lo spazzolino ed il dentifricio per animali, aiutano la regolare pulizia della cavità orale. Il pelo è un’altro particolare di cui tener conto, per determinare lo stato ottimale, si osserva se è lucido, morbido, se è necessario lavarlo o accorciarlo. Oggi, è possibile, evitare di tagliare il pelo del nostro amico a quattro zampe, grazie alle nuove spazzole proposte sul mercato, che, eliminano i peli in eccesso senza però accorciare effettivamente il manto. Bisogna scegliere anche lo shampoo adatto in base alla lunghezza del pelo, è spesso, ultimamente, vi sono shampi, così come il cibo, per specifiche razze. La cura delle orecchie, invece, viene spesso trascurata dai padroni, ma sicuramente, è una manovra molto importante per tenerle pulite e non portare ad infezione legate all’udito.

Prendersi cura di un animale domestico, significa anche portarlo a spasso per abituarlo al mondo esterno. Nel caso dei cani anche l’educazione è sinonimo di benessere, così il pelosetto si sentirà bene in compagnia di sconosciuti, evitando brutte figure se esso dovesse risultare aggressivo e impaziente verso gli altri. Apparirebbe agli occhi degli altri maleducato e si sentirebbe non accettato. La buona educazione di un cane dovrebbe svolgersi con l’aiuto di un addestratore cinofilo, poichè, non sempre, le persone inesperte riescono a trasmettere al proprio cucciolo le regole giuste da seguire. L’addestramento dell’animale dovrebbe avvenire in età giovane, circa tra i tre e i sei mesi, l’età in cui il cane è ancora un cucciolo. Portarlo a fare una passeggiata è sempre importante, seguendo delle ore con costanza, scegliendo giustamente gli accessori per animali adatti come il guinzaglio, le bustine e la paletta per raccogliere i bisognini; ma anche giocattoli come il frisbee o una semplice pallina da tennis per migliorare il suo divertimento e farlo correre tenendolo così in forma. Gli amici a quattro zampe fanno sempre parte della famiglia quindi è molto importante prendersene cura in tutti i migliori modi.

L’educazione del gattino

Quasi tutta l’istruzione di un gattino è fatta attraverso la madre, e i suoi fratelli con i quali gioca. E ‘con gli altri gatti e gattini attraverso i giochi tra i quali egli si identifica che imparerà a controllare i suoi morsi e artigli. L’identificazione con il gatto in giovane età, nei primi mesi sono cruciali per l’educazione del gattino.

poi voi potete riprodurre la formazione e comportamento della madre per dimostrare la vostra autorità in una lingua che è familiare al gattino, quella di sua madre. Ciò faciliterà la cura che fornirete di volta in volta: spazzolatura, prendere le compresse, ecc …

Un gattino non deve essere separato da sua madre prima dei 3 mesi con il rischio di essere svezzati troppo presto (minimo 7 settimane) e di essere disorientato. La formazione di un gatto non ha le stesse cause e le conseguenze di quella di un cane. Il gatto non obbedisce come un cane, essendo la sua natura testarda e indipendente.

Se il gatto è abituato a bambini molto piccoli e neonati, non avrà difficoltà a vivere in presenza di questi ultimi. I gatti non sono aggressivi verso i più piccoli, ma sentono la paura di fronte ai bambini rumorosi o meno.

Dobbiamo insegnare ai bambini a rispettare il gatto, non spaventarlo. Essere tranquillo e pacifico e l’esperienza di vivere con un gatto potrebbe insegnare loro il rispetto per gli altri.

E ‘anche importante informare i bambini che l’area comunicativa del gatto è nella parte anteriore del suo corpo e che è possibile avvicinarsi a lui davanti e accarezzarlo sulla testa. Per contro, la parte posteriore del corpo (gambe, coda ) è un’area da evitare per il rischio della paura.

Royal Canin, cibo di qualità

Royal Canin, le origini e il successo del marchio

Fondazione di Royal Canin

La Royal Canin è un’azienda fondata da J. Cathary, veterinario specializzato nella nutrizione di cani e gatti, per questo le formule utilizzate da questo marchio sono specifiche per animali di tutte le tipologie, dai cuccioli a quelli con patologie che necessitano di un cibo particolare.
Gli ingredienti utilizzati dalla Royal Canin sono selezionati in base alla qualità delle sostanze nutritive e per i loro benefici che danno agli animali in crescita delle diverse razze in modo specifico.
Questi alimenti sono stati creati sin dagli inizi con formule nutrizionali rispettose dei bisogni differenti di ogni animale, per questo hanno cominciato ad essere consigliati dai veterinari.
Nel corso dei decenni, dal 1967, la Royal Canin si è affermata come azienda leader del settore, soddisfacendo i numerosi proprietari di cani e gatti attenti al loro fabbisogno.

I vari tipi di alimenti Royal Canin

La fama di Royal Canin è lautamente meritata dato l’enorme sforzo nel campo della ricerca che ha permesso di creare cibi specializzati a seconda delle razze canine e feline, dell’età ma anche della morfologia, perchè ogni cane ed ogni gatto è diverso e abbisogna di particolari dosi di vitamine, carboidrati, grassi e minerali.
L’esperta equipe dell’azienda Royal Canin, ha formulato alimenti che consentono a Pastori tedeschi, Bulldog, Labrador ma anche Maine Coon e gatti del Bengala di avere gli elementi nutritivi specifici per una vita sana, come per esempio dosi modificate di calcio per i molossoidi o di sale per i gatti, oltre quelli determinanti per la lucentezza del pelo e la perfetta tonicità dei muscoli.
Il punto forte dell’azienda sono i cibi preparati per cani affetti da patologie, al fegato o ai reni ma anche dietetici per gli animali sterilizzati, soggetti all’aumento del peso: i risultati ottenuti con tutti gli animali sotto regime alimentare secco e umido Royal Canin hanno fatto in modo che questa azienda proliferasse dappertutto.

Le opinioni del pubblico sui cibi Royal Canin

Essendo un’azienda così rilevante a livello internazionale, si può ben dire che i vantaggi dei prodotti Royal Canin sono assolutamente dimostrati ma in molti non apprezzano il fatto che il marchio Royal Canin testi i suoi alimenti su altri animali.
Molti amanti e proprietari di cani e gatti non vedono di buon occhio questa sperimentazione ma c’è da dire che non sono molte le marche che non la effettuano e sostanzialmente i buoni risultati evidenti negli animali domestici lasciano presupporre che anche quelli sottoposti ad esperimenti stiano bene: la Royal Canin produce cibo e non medicinali potenzialmente pericolosi perciò si può pensare che non ci siano danni collaterali.