Stampanti 3D

3dL’ultima novità in fatto di stampanti è la famosa stampante in 3D che oggi viene utilizzata solo in pochissimi settori e che presto potrebbe essere dedicata al largo consumo.
Questo viene testimoniato anche dal fatto che HP a giugno lancerà sul mercato la sua prima stampante 3D con hp color toner per stampanti 3d.. Secondo le previsioni effettuate dall’azienda, le vendite globali della stampa 3D passeranno dai 2,2 miliardi di dollari del 2012 per arrivare a quota 11 miliardi nel 2021.Secondo Meg Whitman, un importante CEO di HP, sono 2 i difetti principali contro cui stanno combattendo le stampanti a 3D: in primo luogo la lentezza di “stampa”, infatti non si può stampare ancora in serie e in secondo luogo, la precisione: le superfici non sarebbero ancora definite quanto si vorrebbe e non sono ancora precise al 100% rispetto all’originale.
Il maggiore produttore del settore delle stampanti 3D è sicuramente MakerBot, azienda di piccole dimensioni se confrontata con colossi come HP. MakerBot ha però recentemente siglato un accordo con Dell per la vendita di stampanti 3D e scanner alle piccole e medie imprese e ai professionisti e questo la poreterà ad acquistare una importante fetta del mercato di stampanti e tecnologico.
Ad alimentare il momento favorevole per la stampa 3D ricordiamo anche il fatto che Adobe a gennaio ha aggiunto al proprio software Photoshop il supporto per la stampa tridimensionale.
Inoltre si vede già come tale tecnologia è ormai penetrata in molti ambiti non prettamente geek.
Un esempio sono delle ali utilizzate durante una recente sfilata di Victoria’s Secret:
Tali ali, progettate con delle penne normali da un architetto, sono state realizzate partendo da una scansione 3D della modella Lindsay Ellingson, e le ali sono state poi stampate in 3D e successivamente ricoperte con un pioggia di cristalli Swarovski.
Quindi si può usare questo tipo di stampa per cerare bellissimi oggetti personalizzati.
Nel mondo della moda questo significa aprire ad altre figure professionali e nuove le porte di un mondo fino ad ora riservato a stilisti e designer.
L’esplosione del mercato delle stampanti 3D è confermata dai numeri appena rilasciati da Shapeways,infatti la società ha comunicato di aver attivi 13.500 shop dedicati alla vendita di tali prodotti, progettati dagli iscritti al sito. Nel solo 2013 sono stati stampanti circa 2,2 milioni di oggetti 3D.