Disturbo ossessivo compulsivo – Sintomi e terapia

Il disturbo ossessivo compulsivo, conosciuto anche con l’acronimo DOC, è uno dei disturbi d’ansia classificato e descritto dal Manuale Statistico dei Disturbi Mentali.

Quando un pensiero negativo occupa in modo invasivo e persistente la mente di una persona per più

di un’ora al giorno, modificando le sue abitudini quotidiane in modo limitante, è importante non sottovalutare la situazione. D’altro canto, è importante non confondere un momento di particolare sconforto o stress con quello che è un vero e proprio disturbo psicologico che trasforma la vita delle persone affette fino a condurle all’isolamento. Quali sono i sintomi del DOC?

 

Sintomi del disturbo ossessivo compulsivo

Il disturbo ossessivo compulsivo è caratterizzato da due componenti complementari tra di loro: le ossessioni e le compulsioni.

Le ossessioni sono impulsi, immagini o pensieri negativi che arrecano all’individuo una spiacevole sensazione d’ansia che a lungo andare rischia di diventare pericolosamente invalidante.

La controparte a livello pratico è la compulsione, un atto o un comportamento messo in pratica dal soggetto per cercare di scaricare la tensione accumulata con le ossessioni.

Sebbene, in generale, il DOC si caratterizzi per la presenza di ossessioni e relative compulsioni, ci sono casi in cui la componente comportamentale non si manifesta. In questi casi è più opportuno parlare di “ossessioni pure”.

 

Terapia per curare il disturbo ossessivo compulsivo

A lungo ci si è interrogati nel mondo scientifico sul termine “disturbo” utilizzato per descrivere questo quadro clinico, dal momento che nel concreto si manifesta come una deviazione dell’atteggiamento giudicato “normale” secondo schemi e logiche socio-culturali prestabilite.

In ogni caso, nel momento in cui il problema diviene un ostacolo per le attività di ogni giorno, un percorso psicoterapeutico può aiutare il paziente a recuperare la sicurezza necessaria per tornare alla sua vita di sempre.

Dal momento che il disturbo ossessivo compulsivo è legato a una scorretta interpretazione della realtà a cui fanno seguito delle azioni disfunzionali, la terapia più adatta al trattamento di questo disturbo è la cognitivo comportamentale, in grado di intervenire sia sui modelli cognitivi erronei, sia sui comportamenti conseguenti.

Scuola di specializzazione in psicoterapia cognitiva: ecco le sedi in Italia

Con la Legge 56 del 1989, l’esercizio della professione di psicoterapeuta è vincolata all’iscrizione all’Ordine dei Medici o degli Psicologi. Per potersi registrare all’ordine è indispensabile essere in possesso di un titolo di studi post laurea, ottenuto in una scuola di specializzazione in psicoterapia in uno degli atenei italiani o in un centro riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

La scelta della scuola di specializzazione dovrebbe avvenire in base ai propri interessi, ma spesso a conclusione del percorso accademico ordinario non si hanno le idee ben chiare. In questo caso, è possibile affidarsi alle statistiche e optare per quelle che aprono maggiori opportunità di lavoro ai neo laureati.

 

La scuola di specializzazione e il mondo del lavoro

Le psicoterapie più richieste in questo periodo sono quelle in grado di curare in modo efficace i disturbi d’ansia, i più diffusi tra la popolazione. Una scuola di specializzazione in psicoterapia cognitiva potrebbe essere un ottimo passepartout per il mondo del lavoro e garantire un inserimento più facilitato nel mercato. L’approccio cognitivo-comportamentale sembra aver dato i migliori e i maggiori risultati nel trattamento di questa categoria di disturbi psicologici.

Dove si trovano le scuole di specializzazione in psicoterapia cognitiva in Italia?

 

Scuole di specializzazione in psicoterapia cognitiva: le sedi italiane

Da Nord a Sud, in Italia trovare una scuola d’approccio cognitivo è diventato piuttosto semplice. Troverete una sede a Verona, a Grosseto, ad Ancona, a Roma, a Napoli, a Lecce e a Reggio Calabria dove poter ricevere una formazione ad alti livelli di specializzazione.

In generale, un corso di specializzazione in psicologia cognitiva si articola in quattro moduli:

  1. addestramento dei neo-immatricolati;
  2. introduzione alle patologie;
  3. presentazione dei protocolli più accreditati;
  4. inserimento attivo nel settore della ricerca.

In questo modo, si da ai futuri psicoterapeuti la preparazione necessaria a svolgere il loro lavoro in modo serio e professionale.

Contorni sfiziosi per una cena estiva

State preparando una cena per una persona speciale e volete qualche idea sfiziosa per dei contorni leggeri, ma saporiti?

Il contorno, come dice la parola stessa, è un complemento del pasto, in generale di un secondo piatto, perciò è importante che non appesantisca eccessivamente il vostro ospite o rischierete di fargli saltare il dessert o di provocargli un’indigestione.

Con queste 3 ricette potrete stare al sicuro. Avrete un contorno fresco, leggero e davvero buono.

 

Contorni dalla Francia: la ratatouille

Avete presente il famoso topolino chef della Disney Pixar? Il suo nome è proprio quello di uno dei più famosi contorni francesi, la ratatouille. Non avrete bisogno di diventare degli chef per prepararla. Si tratta di un contorno a base di verdure stufate in padella che potrete portare a tavola sotto forma di piccolo sformato. La versione basic può essere preparata con peperoni, zucchine e melanzane, ma potrete dare sfogo alla vostra fantasia culinaria. Quanto tempo vi servirà? 15 minuti, pasto compreso.

 

Contorni made in Italy: Panzanella Toscana

Veloce, fresco, economico e gustosissimo: cosa si può desiderare di più da un contorno? La panzanella toscana viene chiamata anche “panmolle” per via del pane raffermo utilizzato nella ricetta, sbriciolato e ammorbidito con l’acqua prima di essere unito agli altri ingredienti. Per prepararla avrete bisogno di pomodori, cipolla rossa, cetrioli, olive, qualche acciughina e basilico.

 

Contorni esotici: evviva l’avocado

Se vi piace provare gusti nuovi ed esotici e sperimentare in cucina, provate a unire due classici della cucina italiana a un frutto dell’America centrale per avere un contorno davvero unico. Stiamo parlando dell’insalata con pomodori, mozzarella e avocado. La ricetta è davvero semplicissima, ma per la buona riuscita del piatto è necessario che l’avocado abbia raggiunto un buon livello di maturazione. Provate a toccarne l’esterno: se vi risulta morbido (ma non eccessivamente!) allora è pronto per essere consumato, altrimenti meglio aspettare qualche giorno in più… e scegliere una delle altre due idee per i vostri contorni sfiziosi!

Le cure per la cellulite e le raccomandazioni dei dermatologi di Milano

Qual è il nemico numero uno delle donne, soprattutto quando la prova costume è dietro l’angolo? Non ci sono dubbi: la cellulite. Per combattere gli inestetismi causati dalla ritenzione idrica e dalla sclerosi del grasso è necessario agire su più fronti, evitando di sottoporsi a inutili diete drastiche, come suggeriscono i dermatologi di Milano.

La cellulite, infatti, non dipende dalla massa corporea e anche donne giovani e magre possono esserne colpite. Come contrastare questo fastidioso problema?

Ecco cosa ci hanno risposto i migliori dermatologi di Milano.

 

Le 3 regole d’oro contro il ristagno dei liquidi

Per combattere il ristagno dei liquidi bisogna innanzitutto partire dalla tavola. Esistono 3 regole che se seguite alla perfezione favoriscono il drenaggio:

  1. ridurre le quantità di sale utilizzate per condire i cibi;
  2. bere almeno 2 litri di acqua al giorno, possibilmente lontano dai pasti, in aggiunta a tè verde o tisane;
  3. ripartire i pasti in modo equilibrato durante la giornata, evitando cibi troppo grassi, ma mantenendo una certa varietà nella propria dieta.

 

I cibi contro la cellulite

Come si è già detto e come tengono a sottolineare i dermatologi di Milano, non è un regime alimentare restrittivo che migliora la propria condizione in merito all’inestetismo della cellulite. Ciononostante, è innegabile che il consumo di determinati cibi e la correzione delle proprie abitudini a tavola possono aiutare nella lotta contro la ritenzione idrica.

Consumate frutta e verdura di stagione, lasciando spazio a minestroni e zuppe di verdure. Evitate le carni grasse, a cui dovreste preferire le bianche, da consumare prevalentemente di sera. Per quanto riguarda il pesce, meglio mangiarlo a pranzo, magari accompagnato da una ricca insalata mista.

 

Il rimedio raccomandato dai dermatologi di Milano

Qual è l’unico vero rimedio riconosciuto dai dermatologi di Milano come il miglior trattamento per la cura della cellulite? Il laser lipolisi. Il laser lipolisi è una metodica innovativa nel campo della liposcultura che ha abbattuto molti degli ostacoli delle operazioni classiche. Si tratta di un intervento decisamente meno invasivo e nettamente meno doloroso che ha dato nuove speranze alle più timorose e ottimi risultati a chi si è già sottoposto all’operazione.

Anche pirottini per muffin per la decorazione dolci

“La Bottega di Zucchero e Vaniglia” è il luogo goloso in cui devi fermarti, se vuoi trovare tutto quello che ti è indispensabile per la realizzazione delle tue dolcissime opere d’arte in cucina. E’ davvero molto facile oggi trovare tutto quello che ti è necessario per diventare una vera esperta in “cake design” e realizzare bellissime torte.

Grazie a “La Bottega di Zucchero e Vaniglia” puoi scegliere tra tantissimi ingredienti di prima qualità e tutte le materie base per la realizzazione di torte e di dolci, ma anche tra tutti gli attrezzi e gli strumenti tecnici che ti saranno utili per avere una perfetta riuscita del tuo progetto.

Pirottini per muffin

Se vuoi realizzare tanti muffin, i dolci morbidi e buonissimi, per il compleanno del tuo bambino oppure per creare un ingrediente indispensabile per una prima colazione sana e molto gustosa per tutta la famiglia, non ti resta che metterti all’opera e approfittare de “La Bottega di Zucchero e Vaniglia” per scegliere tantissimi pirottini per muffin in tanti colori diversi e decorazioni con grafiche adatte ad ogni situazione.

Puoi scegliere tra quelli a pois, classici e sempre molto colorati, oppure tra quelli con bellissime fantasie floreali o proposti con effetti ottici divertenti e geometrici per un risultato finale davvero allegro e colorato.

visita: Decorazioni per dolci

Il guanto da portiere: come sceglierlo

Per chi gioca in porta, sia che si tratti di un portiere amatoriale oppure di uno professionista, la scelta dei guanti è sicuramente il momento più importante per quanto riguarda l’acquisto dell’attrezzatura tecnica. Questo articolo, infatti, dovrà essere scelto con molta attenzione tenendo in considerazione le proprie necessità, il terreno sul quale si gioca e le condizioni del meteo. Dopo aver valutato l’insieme di questi fattori l’obiettivo deve essere quello di individuare il prodotto più adatto alle proprie esigenze. In questo modo di potrà giocare in tutta tranquillità, certi di poter dare il meglio anche per merito di un’attrezzatura adeguata.

Ma come scegliere i guanti da portiere? Prima di tutto bisognerà valutare la superficie sulla quale si giocherà. In sintesi una superficie molto dura come ad esempio la terra battuta richiede guanti appositi con palmi molto resistenti. Questi guanti hanno un’ottima resistenza ma di contro non garantiscono una presa eccellente. Recentemente però si sono affermati sul mercato guanti in lattice molto morbido (come ad esempio i guanti da portiere Reusch e i guanti da portiere Uhl sport) che, al tempo stesso, riescono a garantire una ottima resistenza

Un altro fattore molto importante da considerare è la protezione delle mani. Solitamente le maggiori casi produttrici offrono diversi modelli più o meno robusti. Alcuni, infatti, sono muniti di stecche protettive poste sul dorso che prevengono da traumi e infortuni alle dita; questi guanti, naturalmente non consentiranno un sensibilità eccellente in fase di presa.

Per quanto riguarda i palmi, invece, esistono cinque tipologie di guanti.

  1. Flat palm: consentono una buona sensibilità e presentano cuciture esterne;
  2. negative cut: le cuciture sono interne e la sensibilità è eccellente;
  3. roll finger: il lattice del palmo arriva a fasciare completamente le dita che quindi hanno una notevole sensibilità;
  4. palmi duo: hanno un doppio strato di lattice
  5. palmi sagomati: si tratta di soluzioni studiate sul palmo della mano

 

Concedetevi il relax alle Terme di Saturnia

Qualcuno conosce cosa c’è di meglio dell’immergersi nella piscina con calde acque termali contornate dalla verde e meravigliosa cornice della Maremma con il vapore che accarezza il corpo, mentre si lascia lontano la città e il suo caos?

Le Terme di Saturnia costituiscono un insieme di sorgenti termali situate nel comune di Manciano, a pochi chilometri dalla località di Saturnia, rispetto alla quale sorgono nella sottostante vallata sud-orientale. Tali acque sulfuree sgorgano a una temperatura di 37,5 °C e hanno rinomate proprietà terapeutiche, donando relax e benessere al solo immergervisi. Le principali cascate termali sono le Cascate del Mulino, situate presso un vecchio mulino, e le Cascate del Gorello.

Tra un bagno termale e l’altro concedetevi la visita di queste zone   con  una pausa a tutti gli effetti dalla routine quotidiana, rigenerandosi dalle fatiche accumulate e dallo stress che lasciano posto a un nuovo equilibrio tra la forma fisica e il benessere interiore.

Le Terme di Saturnia, oltre ad offrire le note cure termali, possono essere scelte ritrovare il giusto equilibrio psico-fisico. E’ stato scientificamente provato che l’esercizio fisico sia di estrema efficacia contro i disturbi d’ansia associati allo stress, e su tale scoperta, le terme prospettano un’attività piacevole e senza forzature, tesa a ridurre le tensioni muscolari, facilitare il sonno, aumentare l’ossigenazione alle cellule cerebrali e favorire la calma e l’autostima, migliorando così anche l’umore. Si possono associare, infatti, ai bagni termali, esercizi fisici specifici o massaggi che permetteranno entrambi di ottenere un risultato eccezionale.

Le cure termali non sono necessariamente una settimana di cure e riposo un po’ noioso! Una settimana alle terme può diventare un’occasione di convivialità di simpatia e allegra compagnia, aperta anche a chi delle cure termali non ha bisogno.

Marinalogica

 

http://www.ilpoggioditeo.it

Mobili grezzi dove acquistarli

arredamento-testata

Esistono innumerevoli negozi che vi permettono di acquistare i vostri mobili grezzi, dove è possibile toccarli con mano e avere un riscontro immediato dell’oggetto in questione così da poter effettivamente avere un’idea di ciò che avete davanti e proiettarlo nella vostra casa.

E’ certo però che se volete davvero avere un’ampia gamma di scelta e un notevole risparmio, potrete trovare mobili grezzi on-line pronti per essere colorati, esattamente controllati come in un negozio normale, senza imperfezioni ed imballato in modo adeguato in modo che arrivi direttamente a casa vostra senza imperfezioni e in totale sicurezza.

In rete è più facile trovare i mobili grezzi che fanno per voi perché la ricerca su internet è certamente più veloce e la possibilità di trovare prodotti scontati si moltiplica. Per fare un esempio se in un giorno potresti riuscire a girare a piedi dieci negozi, online nello stesso tempo puoi visitarne almeno 100!

I prezzi diventano notevolmente inferiori perché tale metodo di commercio richiede molto meno personale e può permettersi sconti straordinari che in altri modi non sarebbero possibili e le spese di spedizione sono di solito a prezzo zero se l’ammontare è un minimo richiesto (di solito si raggiunge facilmente).

Allora non resta che sedersi al pc e scegliere tra la vastissima gamma di complementi di arredo che aspettano solo di essere “ultimati”, diventando da grezzi a finiti a tuo piacimento.

Se si desidera una casa davvero personalizzata e se decorare, verniciare, dipingere è parte delle vostri doti, ecco una soluzione che vi farà risparmiare circa il 30% sul vostro arredamento.

Marinalogica

http://www.mobili-grezzi.net

Come risparmiare su luce e gas

Dopo i recentissimi rincari sulle bollette di luce e gas oggi è sempre più importante risparmiare, soprattutto dentro casa così da evitare sprechi inutili e spese eccessive. Come è noto le bollette che incidono maggiormente sui bilanci familiari sono quelle della luce e del gas, vediamo quindi come fare per risparmiare.

Risparmiare sull’energia elettrica

Prima di tutto il consiglio è di scegliere la tariffa di energia elettrica più conveniente per le vostre necessità. Grazie al Mercato Libero le famiglie possono incidere sul 60% per quanto riguarda i costi della bolletta. Naturalmente la tariffa andrà scelta in base al consumo medio di energia annuo e in base alla ripartizione dei consumi durante la giornata. Nello specifico nel caso durante il giorno siate quasi sempre fuori per motivi di studio o lavoro converrà sicuramente optare per le cosiddette tariffe biorarie. Queste tariffe presentano prezzi differenti a seconda della fascia oraria e del giorno; in particolare concentrando i consumi nella fascia serale dopo le 19 e possibilmente durante il finesettimana il risparmio è garantito. Inoltre nel caso di famiglie molto numerose è possibile richiedere il bonus sociale che consente di accedere ad uno sconto del 20% sulla bolletta.

Risparmiare sulla bolletta del gas

Così come già specificato per le bollette dell’energia elettrica anche per il gas il consiglio di base è si individuare la tariffa più conveniente. Non bisogna poi dimenticare che il consumo del gas nei mesi più caldi deriva soprattutto dalla cucina e quindi alcuni semplici accorgimenti possono garantire un risparmio notevole. In inverno il consumo di gas è decisamente maggiore a causa dei riscaldamenti. Per questo motivo è consigliabile impostare la temperatura attorno ai 18° e se possibile differenziare il riscaldamento stanza per stanza grazie all’utilizzo delle elettrovavole (ad esempio le Elettrovavole Atos). Ricordiamo inoltre che nel caso di modifiche sull’abitazione che riguardino l’efficienza energetica sarà possibile usufruire delle detrazioni fiscali del 55%

 

Article marketing: il link building tramite i comunicati stampa

I motori di ricerca oggi, google su tutti, sono molto propensi a selezionare bene i contenuti dei siti web per stilare una serp sempre aggiornata e realmente utile all’utente. Chi si occupa di SEO, ottimizzazione dei siti per i motori di ricerca, sa bene quanto importanza abbia la pubblicazione di articoli o comunicati con contenuti utili, quindi per fare in modo che un sito web possa scalare la serp (lista dei risultati in base a una ricerca chiave) in base alla ricerca effettuata con chiavi specifiche è necessario diffondere sul web informazioni testuali validi relativi al sito e alle keyword che si vogliono indicizzare.

motori di ricerca e comunicati stampaTra gli addetti SEO è comune il pensiero che google l’abbia a male con chi cerca di spingere un contenuto o un sito, io non sono d’accordo, secondo il mio punto di vista Google l’unica cosa che pretende è l’originalità e la lealtà, da questo punto di vista è ben nota la battaglia del motore di ricerca nei confronti di chi si affida a tecniche spartane e illegali per i posizionamenti, mentre i contenuti utili all’utenza, unici nel loro genere e pertinenti con l’argomentazione del sito web a cui essi fanno riferimento vengono premiati con posizioni eccellenti nella serp.

L’obiettivo dei motori di ricerca è quello di fornire all’utente ciò che vuole nel miglior modo possibile.

Ma allora quali sono i modi leciti per spingere in serp un contenuto e il relativo sito che li contiene? La risposta è semplice, bisogna semplicemente aumentare l’autorità, e questo è fattibile diffondendo sul web, in siti specifici e autorevoli come questo su cui scrivo dei contenuti utili che possono essere poi approfonditi sul sito di riferimento tramite un link di collegamento, chiamato dai più backlink.

I siti di article marketing, comunicati stampa e recensioni dunque servono, ma solo se sono autorevoli e se adottano una linea editoriale corretta e utile all’utenza.

Dunque se avete bisogno di “sponsorizzare” contenuti utili, o volete far conoscere un sito web o un prodotto al mondo intero, preoccupatevi di scrivere bene in siti appropriati di comunicati stampa o article marketing, al fine di contribuire con la comunità del web ad accrescere la “conoscenza” e le esperienze personali che possono aiutare il prossimo.